Protocollo Figc, Zazzaroni: « Gli esperti hanno avallato una montagna di cazzate»

zazzaroni
© foto Youtube

Ivan Zazzaroni, direttore del Corriere dello Sport, parla della vicenda Juventus Napoli e del protocollo approvato da Figc e Cts per il campionato di Serie A

Ivan Zazzaroni, nel suo editoriale a Il Corriere dello Sport, parla della vicenda Juventus Napoli e puntualizza sul protocollo approvato dalla Figc e dal Cts per la Serie A.

«O il protocollo della Figc approvato dal Cts è valido e risolutivo oppure il Ministro della Salute e quindi il Governo dovranno ammettere che gli esperti hanno avallato una montagna di cazzate. Potrei finirla qui e invece proseguo: sento il bisogno di puntualizzare alcune cose. Partendo da un’immagine avvilente che non dimenticheremo facilmente: la Juve in campo e l’avversario, il Napoli, a casa. Lo stadio più vuoto del solito, il calcio italiano più triste che mai. E proseguendo con la lettura degli interventi di quegli intellettuali, o presunti tali, prestati occasionalmente allo sport che invitano non so chi (Mattarella?, Conte?, Speranza?, Spadafora?, Gravina?) a sospendere il campionato. Tranquilli, il campionato è perfettamente in grado di sospendersi da solo per riprendere non si sa quando e non si sa con chi: qualche libro finirà in tribunale, qualche club sparirà, le televisioni che mantengono il circo pretenderanno i saldi, ma cosa vuoi che sia. Succede solo da noi, e non è un caso. Perché conta una sola cosa: l’interesse di bottega. Le norme, i regolamenti? Robetta: tutto è interpretabile e modificabile».