Protocollo Serie A, riduzione dei tamponi: la decisione del Cts

coronavirus Liguria
© foto Twitter

Protocollo Serie A, risposta negativa da parte del Comitato Tecnico Scientifico sulla riduzione dei tamponi: la motivazione

Nessun cambio di protocollo per il calcio professionistico. Il Comitato Tecnico Scientifico ha risposto negativamente alla riduzione del numero dei tamponi.

La motivazione è legata all’emergere di diversi casi di positività a Coronavirus tra i calciatori. Il presidente federale Gabriele Gravina, come riporta la Gazzetta dello Sport, aveva denunciato l’impossibilità di poter continuare i test con questa frequenza: «Così non ce la facciamo». Ma la nuova proposta di protocollo di passare da quattro a otto giorni fra un tampone e l’altro è stata respinta