Connettiti con noi

Hanno Detto

Ramirez: «Ranieri non mi faceva giocare. Non c’era chiarezza alla Sampdoria»

Pubblicato

su

Gaston Ramirez, ex trequartista della Sampdoria, ha fatto il punto sulle offerte pervenute dopo il suo addio al club blucerchiato

Gaston Ramirez, ex trequartista della Sampdoria, ha fatto il punto sulle offerte pervenute dopo il suo addio al club blucerchiato. Le sue parole a tuttomercatoweb.com.

NIENTE BRASILE«L’offerta era interessante. Però avevo voglia di rimanere in Italia».

SAMPDORIA «Non ho giocato perché il mister non mi faceva giocare. Fisicamente sto bene, sto facendo la preparazione più lunga della mia vita. Addio? Avevo fatto quattro anni. Poi non c’era chiarezza su chi potesse essere l’allenatore. La città è bellissima, sono stati quattro anni fantastici».

ARABIA «Sono aperto a tutto. Vorrei giocare a calcio. Se l’Al Ahli chiama vediamo… Per ora sono voci. Sicuramente sto bene, ho voglia di tornare a giocare. Meglio in Italia? Senza alcun dubbio. L’Italia è sempre stata la mia priorità».

MERCATO«Non è bello stare senza squadra. La situazione generale non è semplice, ci sono tante cose che hanno fatto si che il mercato fosse deludente».

SERIE A «È un campionato competitivo. Bello. Emozionante. Mi sta piacendo molto il Napoli, così come il Milan. E la Juventus risalirà. Bologna? Non c’era posto per me o forse non sono cosi bravo per loro. Hanno fatto qualche passo falso. In Serie A non puoi sbagliare. Il calcio italiano è tutto in base ai risultati. Guardate Di Francesco e Semplici. Mihajlovic comunque è un grande allenatore».