Connettiti con noi

News

Real Madrid-Manchester City: la magia di Carlo, la maledizione di Pep

Pubblicato

su

Anche il ritorno della semifinale Real Madrid Manchester City ha avuto dell’incredibile: Ancelotti festeggia, Guardiola mastica amaro

Eravamo stati facili profeti in effetti nell’augurarci un Real Madrid Manchester City il più possibile simile a quanto visto nel match dell’Etihad Stadium. Ma la sfida di ritorno della seconda semifinale di Champions League ha davvero oltrepassato i limiti dell’incredibile, regalando a tutti gli amanti del calcio una serata leggendaria. Possiamo dirlo a ragion veduta, nel complesso è stata probabilmente la semifinale più emozionante e pazzesca nella storia della massima competizione continentale per club.

E dire che al Bernabeu i primi settanta minuti erano stati invece bloccati e densi di imprecisioni, con le Merengues imbolsite (Benzema in primis) e i Citizens che nei pochi affondi avevano sempre trovato l’insuperabile Courtois. Quando poi l’illuminazione di Bernardo Silva aveva riscaldato la prova sin lì anonima di Mahrez, la gara sembrava ormai finita o quasi. Con i madrileni incapaci di reagire e sul punto di crollare sul doppio tentativo di Grealish, respinto prima di Mendy sulla linea e poi dall’ennesimo miracolo del portiere belga.

LEGGI L’ANALISI COMPLETA SU CALCIONEWS24