Regini festeggia: 100 presenze in Serie A

regini
© foto www.imagephotoagency.it

Questa sera in Inter-Sampdoria Vasco Regini festeggia la 100.a presenza in Serie A: qualche curiosità e quel gol che manca da sempre…

Sebentrato nella ripresa di Inter-Samp a causa dell’infortunio di Dodò, per Vasco Regini questa sera non è un match come gli altri. Il terzino e capitano blucerchiato, infatti, taglia l’invidiabile traguardo delle 100 presenze in Serie A. Le buone prestazioni di questa stagione gli sono valse il posto fisso da titolare, fatta eccezione per le gare contro Atalanta, Cagliari e Pescara nel girone di ritorno, in cui Daniel Pavlovic era stato momentaneamente preferito dal tecnico doriano. Nonostante il rapporto con i tifosi non sia mai stato idilliaco a causa di errori e disattenzioni nel corso degli anni, da settembre Regini sembra agli occhi di molti un giocatore rinato, grazie all’organizzazione che Marco Giampaolo ha saputo dare alla suo retroguardia: in particolare durante le ultime due gare contro Genoa e Juventus il suo livello è cresciuto e il classe ’90 ha saputo strappare applausi e incitamenti da parte dei tifosi blucerchiati per alcuni interventi notevoli.

QUEL GOL CHE MANCA – Sono 2554 i minuti collezionati fin qui da Regini tra campionato e Coppa Italia, conditi da tre assist e solamente quattro cartellini gialli. Lasciando perdere la stagione in corso e facendo un salto nel passato, il suo esordio in massima serie avvenne nel lontano 2009 proprio con la maglia della Sampdoria: era la quartultima giornata di campionato, l’avversario era la Reggina e mister Mazzarri decise di regalargli questa possibilità, a vittoria ormai consolidata (5-0). Curioso il fatto che in quella partita Regini – subentrato al 71′ al posto di Andrea Raggi – giocò esattamente 19 minuti, 19 come il suo numero di maglia. Inoltre, nella Reggina di allora militavano vari giocatori che in futuro avrebbero indossato la casacca blucerchiata: Christian Puggioni in porta, Andrea Costa in difesa, e l’accoppiata Barillà-Barreto a centrocampo. Un traguardo importante, quello che Regini taglierà stasera, anche se un rimorso rimane. Mai un gol segnato per il difensore emiliano, che ci auguriamo possa festeggiare proprio stasera a San Siro. Già durante la scorsa sfida contro la Juventus – allo scadere dei minuti di recupero – c’era andato molto vicino con un’incornata finita poco sopra la traversa, e chissà che contro l’Inter non possa rifarsi e rendere veramente speciale questo giorno della sua carriera.

Articolo precedente
brozovic inter mano sampMoviola Inter-Sampdoria: tocco di mano solare di Brozovic
Prossimo articolo
quagliarella sampdoriaInter-Sampdoria 1-2: pagelle e tabellino