Rimborsi Serie A: il voucher non soddisfa. Si muove l’Antitrust

tifosi sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Serie A, i voucher per sopperire agli abbonamenti non goduti della stagione 2019/20 non soddisfano. Si muove l’Antitrust per i rimborsi

Il problema legato agli abbonamenti non goduti della stagione 2019/20 potrebbe riflettersi anche sul campionato 2020/21. Il Decreto Cura Italia prevede infatti la sola ipotesi dell’emissione di un voucher per gli spettacoli cancellati a causa del Coronavirus. Il voucher come unica possibilità però non risponde alle esigenze dei tifosi che, anche per il prossimo campionato, potrebbero vedersi negato l’accesso allo stadio.

Per questo motivo, oltre alle tante associazioni dei consumatori, anche l’Antitrust si sta muovendo per tutelare gli interessi dei tifosi a vedersi riconosciuti i rimborsi di cui, al netto della causa di forza maggiore, hanno pienamente diritto. Sebbene non siano chiare le mosse delle società di Serie A per la prossima stagione (sconti sui nuovi abbonamenti) sarà la legge a dirimere la controversia.