Rimonta Samp: un 3-2 così mancava dal 1993

Muriel sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

La pazza rimonta della Samp contro il Sassuolo è solo l’ultima di altre imprese a tinte blucerchiate

Ieri pomeriggio la Sampdoria ha probabilmente sfoderato una delle partite più memorabili degli ultimi anni: la gara contro il Sassuolo sembrava persa, andata, buttata inesorabilmente alle ortiche dopo una buona prova nella quale aveva spiccato l’imprecisione sotto porta, di sconfitte così se ne sono viste tante in questi anni, sembrava un’altra di quelle partite da nascondere nel cassetto delle cose da non rifare. E invece in quei 7 minuti è successo l’impensabile: prima Quagliarella, poi due volte Muriel, un Ferraris assordante e incredulo della rimonta blucerchiata e di una vittoria assolutamente vitale che lancia i blucerchiati a quota 18 punti in classifica.
RIMONTE FATTE A SUBITE – Non nascondiamoci, su uno 0-2 che in pochi minuti diventa 3-2 il primo ricordo che affiora in un tifoso blucerchiato è quello della stagione 2004/05, a San Siro contro l’Inter: quella volta fu la Samp a subire quello che ieri è successo al Sassuolo, ma anche al Doria era capitato in passato di fare rimonta vittoriose. Per ritrovare un 3-2 della stessa entità di quello di ieri invece, la data giusta è quella del 31 ottobre 1993: «Gullit è come cervo che esce di foresta» disse Vujadin Boskov ai tempi, quando nel finale di partita di Sampdoria-Milan i blucerchiati riuscirono a rimontare il doppio svantaggio e a vincere per 3-2 quella sfida di alta classifica.

ALTRE RIMONTE –  La rimonta da 0-2 era riuscita alla Samp di Sinisa Mihajlovic contro il Livorno nel marzo 2014: alla doppietta di Mbaye risposero nel secondo tempo Krsticic, Okaka, un autogol di Ceccherini e Manolo Gabbiadini per il 4-2 finale. Altra rimonta degna di nota fu quella casalinga contro l’Udinese nel 2006, con un passivo di addirittura 3 reti. La Samp di Walter Novellino riuscì grazie a Gennaro Delvecchio, Sergio Volpi e Francesco Flachi a rimontare e pareggiare il match.