Roma-Sampdoria 4-0: blucerchiati fuori dalla Coppa Italia

el shaarawy
© foto www.imagephotoagency.it

Pesante ko all’Olimpico per la Sampdoria: negli ottavi di finale la Roma si impone per 4-0, blucerchiati fuori dalla Coppa Italia

La Roma parte subito forte, ma la prima occasione capita sui piedi della Sampdoria dopo soli 2 minuti di gioco: Puggioni rilancia, Budimir fa la torre per Muriel, che a tu per tu con Sczeszny non trova il gol solamente a causa del palo colpito. Al 16′ il colombiano si rende di nuovo pericoloso rubando palla a metà campo e ripartendo in velocità, ma una grande chiusura di Juan Jesus evita il crollo giallorosso. Al 24′ la Roma si sveglia e risponde con una grande botta da fuori di Paredes, che per sua sfortuna si stampa in pieno sulla traversa e rimbalza quasi sulla linea di porta. Cinque minuti dopo è il turno di El Shaarawy, che in girata inquadra la porta, ma la sua conclusione non è abbastanza insidiosa per sorprendere Puggioni. E’ proprio quest’ultimo a rinnovare il duello con Paredes, che lascia partire un altro gran destro da fuori area e chiama in causa l’estremo difensore doriano. Il vantaggio della Roma, però, arriva al 39′: una palla deviata da Silvestre carambola dritta dritta sui piedi di Nainggolan, che non ci pensa due volte a tirare al volo e trova un super-gol. 1-0. El Shaarawy manca il raddoppio da dentro l’area poco dopo, sparando alto sopra la traversa. E’ ancora “il Faraone” a mettere in difficoltà Puggioni al 43′, trovando però una pronta risposta. Nonostante entrambe le squadre si siano rese pericolose, al termine della prima frazione sono i padroni di casa ad avere la meglio sugli avversari.

Al rientro dagli spogliatoi bastano due minuti alla Roma per confezionare il 2-0: El Shaarawy pesca fra le linee Dzeko, che con il piattone sinistro deposita in rete il pallone e fa esplodere l’Olimpico. E’ lo stesso bosniaco, al 54′, ad andare vicino alla doppietta: sul corner battuto da De Rossi, il suo colpo di testa angolatissimo sbatte sul palo, e sulla ribattuta Puggioni riesce a murare il tiro di Rudiger. Il portiere blucerchiato al 57′ sfodera un’altra parata sulla conclusione dalla distanza di Dzeko, ed evita il 3-0. Al 60′ Budimir sbaglia un gol davanti alla porta, e nel giro di pochi secondi la Roma è già dall’altro lato: apertura illuminante di Dzeko per El Shaarawy che, superato Bereszynski in velocità, trafigge Puggioni con un bel pallonetto. 3-0, la Sampdoria non c’è più. Giampaolo richiama in panchina Budimir per Schick, mentre Spalletti manda in campo Totti, che prende il posto di Dzeko. Al 67′ arriva anche il momento di Praet, che rileva uno spento Linetty, e tra le fila giallorosse entra Perotti al posto di El Shaarawy. Schick trova subito il gol, ma l’assistente alza la bandierina e Calvarese annulla tutto per fuorigioco. Puggioni para su Totti, che appena entrato rischia già di mettere la firma. Al 77′ i due tecnici spendono l’ultimo cambio a disposizione: dopo mesi di assenza si rivede Pavlovic, subentrato a Dodò, mentre Spalletti dà spazio a Emerson e fa uscire Mario Rui. Nel finale arriva anche il quarto gol per la Roma: al 90′ Perotti crossa in mezzo per Nainggolan che, lasciato solo in mezzo all’area, è libero di colpire di testa e mettere il secondo sigillo personale sul match. La Sampdoria saluta così la Coppa Italia con questa amara sconfitta, che riserva veramente pochi lati positivi.