Rossi: «Samp e Bologna allestite in maniera intelligente»

delio rossi
© foto www.imagephotoagency.it

La sfida di domani tra Bologna e Sampdoria sarà per entrambe le squadre un’occasione per rialzare la testa dopo le recenti sconfitte. A proposito del match del “Dall’Ara” è intervenuto il doppio ex Delio Rossi, tecnico attualmente in cerca di una nuova squadra, che non ha smesso però di seguire sia i blucerchiati che i rossoblu: «Sempre. Seguo tutte le squadre che ho allenato – esordisce al Corriere di Bologna – anche il Torremaggiore, se è per questo».

In attesa di una nuova occupazione, ci si chiede come trascorra le sue giornate: «Facendo quello che fanno tutti gli allenatori senza squadra: aggiornandosi e aspettando, o valutando, un’opportunità. Qualcosa c’è, ho ricevuto anche proposte un po’ esotiche, ma ci devo pensare. Bisogna capire cosa si vuole dalla propria professione».

Parlando di ciò che Bologna e Sampdoria hanno fatto vedere sinora in campionato, Rossi non si vuole sbilanciare troppo: «Diffido sempre delle prime partite – spiega – perché dipendono troppo dal mercato: magari il miglior colpo è arrivato alla fine e deve ancora ambientarsi, o hai giocatori che vengono da competizioni con le nazionali e devono riprendersi. Entrambe le squadre sono state allestite in maniera intelligente. La Samp ha cambiato molto, il Bologna meno, però il Bologna ha dato via giocatori importanti, come Diawara, che ebbi l’incoscienza di schierare titolare e che poi ha fatto le fortune del Bologna prima tecniche poi economiche». 

Di entrambi i periodi, sia a Genova che in Emilia, ha ricordi positivi: «Come mi ero trovato? Bene, ma sa io sono uno che non vive troppo le città, quando ci lavora. La città si riduce a campo, hotel e stadio. Ho un buon ricordo comunque della gente». Un’ultima battuta su Mattia Destro, che domani potrebbe rientrare tra i titolari: «Era il nostro fiore all’occhiello. Uno che finalizza serve e se manca si sente, soprattutto se non sei la Juve».

Articolo precedente
Donadoni: «Samp squadra attrezzata, voglio convinzione e cattiveria»
Prossimo articolo
ferrero sampIl comunicato della Sampdoria sul caso Gable