Samp sperimentale a Parma: le novità di Giampaolo

giampaolo sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria giocherà a Parma con una formazione molto rimaneggiata: ecco quali cambi farà il tecnico doriano Giampaolo

Quella che scenderà in campo al “Tardini” domenica pomeriggio contro il Parma potrebbe essere la Sampdoria più rimaneggiata degli ultimi mesi. A complicare il lavoro del tecnico doriano Marco Giampaolo per quanto riguarda le scelte di formazione, infatti, non ci saranno solo le squalifiche, ma anche determinati infortuni o indisposizioni che costringeranno l’allenatore blucerchiato a optare per un undici inedito, almeno se confrontato con la formazione-tipo ammirata in questa stagione. In difesa mancheranno Jacopo Sala – rimpiazzato dall’ormai riserva del numero sette, Bartosz Bereszynski – e Lorenzo Tonelli per squalifica, ma rischia fortemente di non essere dalla partita nemmeno Joachim Andersen: al centro spazio dunque nuovamente ad Alex Ferrari e a Omar Colley, che ha da farsi perdonare l’errore costato il primo gol contro la Lazio.

A centrocampo, secondo Il Secolo XIX, potrebbe rivedersi Edgar Barreto, con il paraguaiano posizionato sulla destra e Dennis Praet spostato a sinistra – panchina per Karol Linetty. Sulla trequarti, vista l’assenza di Gaston Ramirez per il rosso rimediato domenica scorsa, è corsa a due fra Riccardo Saponara e Gianluca Caprari. La scelta più logica indicherebbe l’utilizzo del numero cinque dal primo minuto, ma Giampaolo sembra orientato a sorprendere con l’inserimento dell’ex Pescara nel ruolo di “sottopunta”. Una Samp ampiamente rimaneggiata per esigenza e per volontà del tecnico doriano dunque, che potrebbe perciò presentare a Parma una squadra che non si fatica a definire sperimentale.