Connettiti con noi

News

Sampdoria, Audero paga colpe non sue: sugli errori pesa l’investimento

Pubblicato

su

Sampdoria, Emil Audero tornato nel mirino della critica: il portiere paga colpe non sue. Su ogni errore (o presunto tale) pesa l’investimento

Che Emil Audero, ciclicamente, diventi il capro espiatorio di tutti i mali difensivi della Sampdoria è cosa nota. Anche quando, come in questo caso, il portiere blucerchiato è relativamente responsabile della debacle difensiva. Al massimo si può parlare di concorso di colpa tra lui e tutto il reparto arretrato, dato che i numeri di Audero dicono che è tra i migliori di Serie A.

L’analisi va fatta bilanciando le parate effettuate nel corso del match, i gol incassati e quelli evitati, parametrando tutto al numero di conclusioni degli avversari verso la porta. Audero è stato letteralmente bombardato di tiri (36 in sette giornate) e la sua percentuale di parate è 66.7%: la migliore in Serie A. L’unica colpa del portiere, che pesa a ogni errore o presunto tale, è l’investimento iniziale (pari 20 milioni di euro) fatto per acquistarlo dalla Juventus.