Sampdoria, Depaoli nostalgico: «Mi mancano tifosi e spogliatoio»

Sampdoria Depaoli
© foto www.imagephotoagency.it

Depaoli ospite del Sampdoria eSports weekend: il terzino blucerchiato parla di videogiochi e molto altro

Nell’ambito del Sampdoria eSports weekend c’è spazio anche per qualche parola, non solo per le sfide online che vedono protagonista il team blucerchiato. Il primo ospite dell’iniziativa è il terzino Fabio Depaoli, che ha intrattenuto una piacevole chiacchierata con il gamer Nicolò Teclas93 Sesto.

CORONAVIRUS – «Mi manca molto lo spogliatoio, dentro quelle mura ridiamo e scherziamo tutti insieme. Viviamo da squadra. E poi la domenica allo stadio con i tifosi, una cosa che si faceva tutti i giorni e ora non più».

SERIE TV – «Ho finito tutto, non c’è più niente sulla lista. Il professore della Casa di Carta? Da noi è Quagliarella. Dobbiamo dargli la palla e ci pensa lui. Ci fidiamo di lui, lo cerchiamo molto spesso in attacco. È il nostro punto di riferimento importante. Risata alla Denver? Linetty, è contagioso. Lui è forte ai videogiochi, vince a tutto. Taglio alla Tokyo? Jankto, lo vedrei bene. È un po’ pazzo come lei».

INTER – «È dura contro Lukaku, Lautaro e Sanchez che sono giocatori importanti. Esposito è un giovane che farà strada».

GOL DAL VIVO INDIMENTICABILE – «Quello di Gabbiadini nel derby sotto la Sud, avrei voluto segnarlo io. Io neanche con le mani segno, però vorrei farne uno al rientro. Se tutti mi stanno a un metro di distanza, forse…».