Sampdoria in Champions, Padalino: «Non sembravamo professionali»

Sampdoria Champions
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex esterno della Sampdoria Marco Padalino ha raccontato i retroscena legati all’anno della Champions League

Marco Padalino ha raccontato i lati nascosti della stagione 2010/11, che accompagnò la Sampdoria verso la qualificazione ai preliminari di Champions League: «Non so come spiegarlo, sembravamo tutto meno che professionali. Quando entravamo in campo pensavamo solo al calcio, ma quell’anno la preparazione dell’allenamento era un disastro nello spogliatoio».

«Anch’io, che solitamente andavo in palestra per prepararmi, stavo al gioco e mi divertivo. Ogni giovedì sera eravamo sempre a cena insieme. Un’abitudine che non mi è mai capitata in nessun gruppo. Si scherzava parecchio. Cassano? Antonio è fatto così, se non sei morto non finisce di massacrarti, sempre in senso ironico ovviamente. I più colpiti erano sicuramente Poli e Dessena, ma è toccato anche a me a volte», ha concluso l’ex calciatore blucerchiato ai microfoni di itasportpress.it.