Di Francesco deluso: «Non sono stupido. Mi sento in discussione»

Sampdoria-Inter, la conferenza stampa di Di Francesco: «La colpa è mia, ma adesso la squadra deve capire e cambiare mentalità»

Il tecnico della Sampdoria Eusebio Di Francesco è intervenuto in conferenza stampa per analizzare la sconfitta rimediata contro l’Inter: «È una questione di atteggiamento, maggiore coraggio per accettare i duelli. Non si tratta di sistemi di gioco o problemi in attacco. Conta solo l’aspetto mentale. Sono molto arrabbiato per la prestazione, ci siamo consegnati all’Inter».

«Primi due gol casuali, il terzo è assurdo. Abbiamo commesso un errore difensivo che non ci possiamo permettere – ha continuato Di Francesco – soprattutto nel momento di difficoltà dell’avversario. La colpa è mia, ma adesso tutta la squadra deve capire. Se saprò impormi qui? Questo lo dirà il futuro. Sono testardo, ma non stupido. Mi auguro di poter cambiare la testa alla squadra».

Sul futuro: «Sono un allenatore di calcio, mi sento sempre in discussione. Al di là degli alibi, ho perso cinque partite su sei».