Sampdoria-Pescara: le statistiche di Football Data

sampdoria sponsor
© foto www.imagephotoagency.it

Tutti i numeri e le curiosità di Football Data sulla partita di sabato tra Sampdoria e Pescara

Cinque risultati utili consecutivi da un lato, una retrocessione quasi assicurata dall’altra. Sampdoria e Pescara non hanno molto in comune, ma nel calcio ogni esito non è mai scontato e la sfida di sabato pomeriggio al “Ferraris” non dovrà essere presa sottogamba dai blucerchiati, come sottolineato oggi dallo stesso mister Giampaolo. L’agenzia leader nel settore delle statistiche Football Data ha reso note alcuni interessanti numeri e curiosità a proposito del match:

RITORNO DA FAVOLA – In una ipotetica classifica calcolata solamente in base alle gare disputate nel girone di ritorno, la Sampdoria sarebbe settima, ovvero in lotta per la zona Europa. Fin qui, sono 12 i punti conquistati nella seconda metà di campionato dai blucerchiati: meglio solo Juve, Roma, Napoli, Atalanta, Inter e Lazio.

PANCHINA GOL – Ogni partita che passa, la panchina della Sampdoria garantisce sempre più gol. I cambi di mister Giampaolo sono sempre azzeccati, specialmente quando entrano Patrik Schick (5 gol da subentrato) e Bruno Fernandes (3): sotto questo aspetto, i blucerchiati sono i migliori del campionato. Al contrario, si ritrova in ultima posizione quando si parla di giocatori andati in gol: solo 6 in squadra sono riusciti a segnare almeno una rete (Barreto, Muriel, Praet, Fernandes, Schick e Quagliarella).

PESCARA DA INCUBO – E’ una stagione da incubo, quella che la neopromossa Pescara sta vivendo: basti pensare che è la squadra che ha vinto meno di tutte (2 soli successi contro Sassuolo e Genoa, di cui il primo a tavolino) e quella che ha subìto più gol (57). Unica consolazione il dato riguardante ai giocatori schierati: a pari merito con il Genoa, i biancazzurri possono vantare il maggior numero di interpreti scesi i campo, ovvero 31. Il Pescara è anche la formazione che subisce più reti nei primi 15′ e nell’ultima mezz’ora di gioco.

TABU’ TRASFERTA – La formazione di Zeman, guidata fino a due giornate fa da Massimo Oddo, non vince lontano dalle mura casalinghe da ben 22 incontri: l’ultimo successo in trasferta (in Serie A) risale infatti al 2-0 sulla Fiorentina nel lontano 2013. Da allora 18 sconfitte e 4 pareggi, con un totale di 54 reti incassate. Stando ai numeri, la Sampdoria potrebbe aver già la strada spianata per sabato.

Articolo precedente
cassanoCassano, niente campo per allenarsi? Ci pensa la Sampierdarenese
Prossimo articolo
cigarini sampdoriaCigarini, aria di derby: coltello contro Pinilla