Sampdoria, Ranieri: «Vincere il derby vale una stagione»

© foto Mg Genova 26/09/2020 - campionato di calcio serie A / Sampdoria-Benevento / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: Claudio Ranieri

Sampdoria Genoa, Claudio Ranieri fa il punto in vista del Derby della Lanterna: «Una vittoria vale una stagione intera»

Claudio Ranieri, allenatore della Sampdoria, fa il punto sulla Gazzetta dello Sport in vista del derby contro il Genoa.

NESSUN FAVORITO – «Ho sempre sostenuto un concetto: ogni derby fa storia a sé. Non conta chi sta più in alto o più in basso in classifica, se si gioca in Serie A, in B o in C. Questo è il bello: si va in campo e si lotta, in palio c’è la supremazia cittadina. L’obiettivo del Genoa, ma pure il nostro. Loro hanno vinto l’ultimo tirando due volte in porta, ma le occasioni migliori erano state le nostre».

VOLARE BASSO – «Se siamo umili e determinati facciamo buone cose. E poi io non cambio i miei obiettivi. Ribadisco: prima facciamo i punti-salvezza e meglio è. Credetemi, so quanto sia infida la Serie A. I tifosi agiscano come vogliono, è giusto che sognino, ma poi in campo andiamo noi. Quindi, piedi per terra. Ho visto il Genoa, ha buone idee, sa come deve giocare, servirà attenzione. Mi aspetto un avversario che sa far girare bene palla e come deve comportarsi in ogni evenienza. Penso ad una gara diversa da quelle passate, anche se ci è già capitato di avere di fronte una squadra con il 3-5-2».

CORONAVIRUS GENOA – «Cerca di recuperare giocatori importanti, non avrà tutti a disposizione o almeno non al cento per cento, ma ormai dobbiamo fare i conti con tale situazione. So soltanto che ci sarà grande determinazione in campo».

TIFOSI – «Mi sono già espresso su questo, sembra quasi un non calcio senza la gente sugli spalti. Anche se, ormai, ci stiamo abituando. Così come oggi, però, è una stracittadina solo sulla carta. Il derby è passione»

CAMPIONATO – «Un successo in questa sfida può valere quasi più di una stagione intera. Oggi, però, il massimo a cui possono aspirare Sampdoria e Genoa è una salvezza comoda e, appunto, la conquista della stracittadina. Aspettando, magari, tempi in cui si giocheranno derby importanti per una classifica importante. Così, invece, sarà un incontro asettico».

CANDREVA – «S’è appena ripreso. Penso che verrà in panchina, non lo voglio rischiare».

DIFFERENZE – «Qui si respira un’aria di sacralità, c’è un euforia di fondo mai vista. Considero questa partita fra i primi derby in assoluto vissuti in carriera. Ecco perché dentro di me c’è un sentimento simile alla delusione, pur comprendendo bene le decisioni del governo in un momento così particolare della nostra vita. Accettiamo il derby senza la nostra gente, con la speranza al ritorno, di trovare lo stadio pieno».

DAMSGAARD – «Crediamo in questo ragazzo, pagato in periodo pre Covid-19 una cifra importante. Forse non ci aspettavamo questa sua sfacciataggine in campo».