Connettiti con noi

Hanno Detto

Mourinho: «Partita difficile. Spero che la Sampdoria possa salvarsi»

Pubblicato

su

José Mourinho, tecnico della Roma, ha commentato al termine del match la prestazione dei giallorossi contro la Sampdoria

José Mourinho, tecnico della Roma, ha commentato al termine del match la prestazione dei giallorossi contro la Sampdoria. Le parole a DAZN.

SAMPDORIA-ROMA – «È stata una partita difficile. Qui è sempre difficile giocare. Le squadre di Giampaolo sono molto organizzate e hanno una filosofia di gioca. Se vinci un derby vai in paradiso, se lo perdi è un disastro: oggi abbiamo tenuto i piedi per terra e abbiamo conquistato tre punti. Un solo gol? Per me è difficile parlarne, un altro avrebbe ingigantito la prestazione. L’ambizione era vincere la partita, abbiamo gestito bene ma bisogna fare il secondo gol».

FERRARIS – «In Italia mi mancava la vittoria qui al Ferraris con la Sampdoria. Bernoccolo? Il colpo alla panchina non lo sento più».

ROMA – «A Roma è complicato. A Roma invece di parlare di Zalewski o di Bove, si parla solo di quello che è negativo: chi non gioca. È dura e dura».

CRISTANTE – «Cristante? È quel tipo di giocatore che la stampa di Roma mi dice che è a me non piace e lo voglio vendere. Ti rispondo così Ciro (Ferrara), ora vai pure a vedere la Juventus».

MKHITARYAN Mkhitaryan? Lui vuole restare, io lo voglio qui. Raiola è uno che è innamorato dei suoi giocatori e quindi penso che se lui vuole restare lo farà rimanere qui».

EUROPANon penso che i miei ragazzi abbiano pensato all’Europa. Noi oggi sapevamo come giocava la Sampdoria e quindi era fondamentale fare cambi di gioco perché in mezzo, nel rombo, loro sono molto chiusi. L’abbiamo fatto molto bene. Non penso che i miei pensino a giovedì».

SAMPDORIA – «La Sampdoria ha cambiato sistema, Candreva, Augello che è più offensivo di Murru, hanno dato ampiezza la gioco. La partita è finita quando abbiamo fatto i cambi e messo in campo forze fresche. Per mezz’ora abbia giocato solo per controllare la partita, senza il fuoco per chiuderla. Alla fine comunque è andata bene. Chi è entrato ha fatto bene. Buon arbitraggio di Manganiello. Mi auguro che la Sampdoria finisca bene e il prossimo anno di ritornare qui. Al di là di tutto è uno stadio in cui si respira calcio».

BODO GLIMT – «Bodo? Il primo pensiero è stato che in questo momento se sei ai quarti di finale devi pensare di potercela fare. Noi dobbiamo rispettarli, è una squadra che ha fatto un qualcosa di storica. Dobbiamo dare tutto»