Sampdoria-Spal, le pagelle: Linetty show, Gabbiadini illumina

esultanza gol linetty sampdoria spal
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Spal, le pagelle: tutto risolto in 45 minuti. Linetty show al rientro dopo l’infortunio, Gabbiadini illumina

Audero 6.5 – Chiamato in causa solo due volte, è decisivo in altrettante situazioni. Il rendimento cresce gara dopo gara, dopo un inizio di stagione così così.

Bereszynski 6.5 – Ordinato in fase difensiva, anche perché la Spal spinge maggiormente dall’altro lato. Ha una buona chance per iscriversi al tabellino ma la fallisce.

Yoshida 6 – È il meno positivo del reparto, poiché con qualche svarione di troppo concede delle buona occasioni agli avversari. Nel finale di partita, complice il risultato del match, ristabilisce l’ordine.

Colley 6.5 – Conferma il momento positivo che sta vivendo. Erige un buon muro in retroguardia e copre qualche licenza di troppo del compagno di reparto. Nel fine gara fa la voce grossa.

Augello 6.5 – Impiega un po’ più degli altri per entrare in partita perché Strefezza, dal suo latom è un cliente piuttosto scomodo. Col passare del tempo prende le misure e la sua gara diventa più che positiva.

Jankto 6.5 – Come tutta la mediana della Sampdoria è in palla e regala qualità e quantità all’intero centrocampo.  (Dal 69′ Depaoli s.v. – Il solito stantuffo sulla corsia in un finale in cui la Spal spinge.)

Bertolacci 6.5 – Il cartellino giallo rimediato dopo pochissimi minuti avrebbe potuto compromettere la sua intera gara. Ha il merito di rimanere concentrato fino al momento in cui, sul 3-0, Ranieri lo richiama in panchina. (Dal 60′ Askildsen 6 – Un’altra mezz’oretta abbondante per il giovane norvegese, utile per fargli conoscere la Serie A.

Ekdal 6.5 – Sembrava potesse lasciare il campo a metà primo tempo a causa della capocciata di Floccari. Lo svedese impiega poco a tornare in condizione per mettere la sua qualità in mezzo al campo.

Linetty 7.5 – C’è poco da fare, quando il polacco è in campo ed è in giornata la fase offensiva della Samp gira in maniera decisamente migliore. Ha la capacità di sbloccare la partita a inizio match per poi, a fine primo tempo, chiuderla definitivamente. (Dall’89’ D’Amico s.v. – Qualche giro d’orologio in campo, giusto per fargli assaggiare la Serie A per la prima volta.

Ramirez 6 – Regala come sempre una grandissima qualità in fase offensiva, ma l’errore a porta spalancata sul perfetto assist di Jankto è troppo grossolano. Per fortuna non incide sul risultato finale. (Dal 69′ Leris s.v. – In campo a risultato acquisito e quindi con poco da dare alla partita.)

Gabbiadini 7 – Se solo ci fosse stato il pubblico avrebbe strappato un’ovazione del Ferraris, poiché la sua punizione è davvero una perla. (Dal 60′ La Gumina 6 – Tanta buona volontà per il palermitano che va anche piuttosto vicino alla soddisfazione personale.)