Sampdoria-Spal, Quagliarella elogia Kownacki: «Che campione»

Quagliarella sampdoria
© foto Valentina Martini

Sampdoria-Spal, Quagliarella ringrazia il compagno di reparto e pensa a tutti i gol fatti in questo girone di andata

Fabio Quagliarella sta vivendo una seconda giovinezza: dodici gol nel girone d’andata che, sommati agli otto realizzati nel campionato scorso, a partire da febbraio, fanno 20 reti nel 2017. Ha segnato a tutte le squadre di Serie A lasciando un segno indelebile nella storia della Sampdoria e della competizione italiana. È ad un passo anche dal battere il suo record personale, non è mai andato sopra la 13 reti in campionato e, la speranza, è che faccia un girone di ritorno al pari di quello appena disputato.

Intervenuto ai microfoni di Samp TV, il numero ventisette si gode il momento positivo: «Questo successo era importantissimo, lo cercavamo perché mancava da parecchie partite un po’ per sfortuna e un po’ per errori nostri. Sapevamo che loro sarebbero stati una squadra ostica, fisica, alla fine però è emersa la nostra voglia di vincere. È stato un bel rigore, la porta quasi si è rimpicciolita ma sotto la Gradinata Sud non potevo sbagliare. Kownacki poi mi ha regalato il secondo gol con un assist da grande giocatore. Sono belle soddisfazioni raggiungere questi traguardi, ho scritto una piccola riga in Serie A: sono piccole e grandi soddisfazioni che ti spingono a fare sempre meglio. Ho visto quasi tutte le partite del Benevento e credo che potesse avere molti punti in più perché ha perso gare che avrebbe potuto vincere, è una squadra che mi fa paura, dovremo andare lì e affrontarla come si affrontano le grandi squadre».