Connettiti con noi

Avversari

Sampdoria, senti Borghi: «Senza Kessie non sarà lo stesso Milan»

Pubblicato

su

Stefano Borghi, giornalista e telecronista sportivo, ha parlato del Milan in vista dell match di campionato contro la Sampdoria

Attraverso il suo canale YouTube, Stefano Borghi ha parlato del Milan in vista dell match di campionato contro la Sampdoria, soffermandosi sul grande assente Franck Kessiè. Le parole del giornalista.

KESSIE E BENNACER – «La conformazione attuale della rosa ha fatto ragionare Pioli. Senza Calhanoglu la dinamica del gioco del Milan può variare. Il 4-2-3-1 sarà il piano A e il 4-4-2 il B. In mediana ha una cerniera importante. Il Milan con Kessie e Bennacer è una cosa, senza… un’altra. Franck è un super-top, se non il giocatore più importante della squadra. È una coppia omogenea, che dà equilibrio. Manca l’alternativa a questa coppa, soprattutto in vista della Coppa d’Africa».

ALTERNATIVE – «Al momento le alternative sono enigmatiche: il Milan ha confermato Tonali, un giocatore di talento ma che ha sofferto il salto in alto. Al Brescia c’erano più spazi in fase di ripartenza, a Milano meno. Deve diventare un giocatore diverso, ha delle dimostrazioni da dare. Krunic come interno in una mediana a due è forzato. È polivalente, ma bisogna pesare il livello delle soluzioni che può offrire. Per questo il Milan sta chiudendo per Adli. È un giocatore molto particolare, anche per la sua collocazione tattica nel calcio del Milan. L’ho seguito ed è stato un giocatore che ha fatto un’evoluzione corretta, partendo da attaccante e arrivando ad essere centrocampista. Per me è una mezzala di sinistra. Ha qualità di tocco, di movimento e di visione. Adli arriva in zona determinante con e senza la palla. Ha tutto per poter fare il mediano, ma bisognerà inserirlo nella struttura del Milan. Con Kessie sarebbe perfetto, ma con gli altri si creerebbe squilibrio tattico».