Connettiti con noi

News

I migliori giocatori nella storia della Sampdoria

Pubblicato

su

I quattro giocatori più rappresentativi nella storia della Sampdoria: da Pagliuca a Mannini, passando per la coppia Vialli-Mancini

Sono molti i club di Serie A che hanno una storia prestigiosa, fatta di trofei e partecipazione alle coppe europee. Il calcio italiano da sempre è stato rappresentato da squadre importanti, capaci di lasciare un segno in questo incredibile sport. Tra queste è impossibile non citare la Sampdoria, nata il 12 agosto del 1946 dalla fusione tra Sampierdarenese e l’Andrea Doria. Stiamo parlando di uno dei dieci club più importanti d’Italia, in grado di vincere una Coppa delle Coppa nel ’90, di partecipare alla finale della Coppa dei Campioni nel ’92 e della Supercoppa UEFA nel ’90.

La squadra, inoltre, nel corso degli anni ha visto alternarsi sul terreno di gioco grandi campioni, talenti puri, vogliosi di fare la differenza e di vincere tutto quello che era possibile. Parliamo di giocatori del calibro di Vialli, Mancini, Mihajlovic e tantissimi altri, divenute vere icone, pilastri della storia della Samp. Si può dire un po’ come avvenuto, ad esempio, con le slot machine, considerate il miglior gioco dei casinò online, tanto che online si trovano moltissime guide e suggerimenti per i principianti, come nel caso di slotmachine-gratis.it.

La Samp ha vissuto un momento di forte splendore negli anni ’80 e ’90, i due migliori decenni della sua storia calcistica. Non a caso in quegli anni è riuscita a conquistare tutti i trofei presenti nella sua bacheca,  come un Campionato, quattro Coppa Italia, una Supercoppa italiana e una Coppa delle Coppe. Quelli sono gli anni in cui assistiamo alla consacrazione dei campioni che hanno vestito la maglia del club ligure. Di seguito, ecco i quattro giocatori più rappresentativi.


Gianluca Pagliuca

Gianluca Pagliuca è considerato tra i migliori portieri della storia del calcio e il migliore negli anni ’90. Una vera e propria saracinesca, capace di blindare la porta della Samp per 7 stagioni, dal ’87 al ’94. Vice campione del mondo con la Nazionale italiana, il portierone si è laureato Campione d’Italia con i blucerchiati, ha vinto tre Coppa Italia, una Coppa delle Coppe e una Supercoppa italiana. È al quinto posto per numero di presenze in Serie A, con ben 592 partite disputate. Una vera e propria garanzia.


Moreno Mannini

Tra i pilastri della storia blucerchiata, non si può non citare Moreno Mannini. Forte difensore classe 1962, Mannini è tra i giocatori ad aver vestito più volte la maglia della squadra ligure: ben 377 volte, condite da 7 gol. Vincitore dello scudetto nel ’91, è entrato nel cuore dei tifosi per la sua grinta mostrata su ogni pallone. Per numero di presenze è secondo solamente a Mancini.


Roberto Mancini

Come scritto anche in precedenza, c’è solo un giocatore avanti a Mannini per numero di presenze con la Samp, ovvero Roberto Mancini. L’attuale tecnico dell’Italia, però, è considerato anche in assoluto il miglior giocatore a vestire la maglia blucerchiata, sia per presenze sia per marcature. Parliamo di un vero e proprio rapace dell’aria di rigore, che dal 1982 al 1997 ha saputo segnare 171 gol in 566 presenze, conquistando ogni singolo trofeo presente nella bacheca doriana. È sicuramente il calciatore più amato della piazza, avendo legato il suo nome in eterno alla Sampdoria.


Gianluca Vialli

Quando si parla di Mancini non si può non parlare anche di Gianluca Vialli. I due, insieme, hanno formato una coppia da sogno, portando la Sampdoria alla conquista dello scudetto nel 1991. Sono 141 le marcature fatte da Vialli dal 1981 al 1992.