Sampdoria, tira di più e raddrizza la mira: i numeri devono cambiare

© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria, nelle ultime due partite, non è riuscita a incidere a livello di occasioni da gol: pochi tiri che confermano una statistica

Una delle critiche mosse alla Sampdoria nel finale della scorsa stagione era l’esigua potenza di fuoco del suo attacco. La squadra di Claudio Ranieri tirava poco in porta, le conclusioni dalla distanza erano rare quanto un Gronchi rosa, con la conseguenza che le occasioni da gol erano decisamente esigue. Il trend non sembra essere cambiato nemmeno in queste prime giornate della stagione 2020/21.

La Sampdoria, numeri alla mano, ha concluso in porta 74 volte centrando lo specchio solo 32 volte. Meno di un tiro su due ha inquadrato i pali protetti dal portiere avversario. Se poi un quinto dei tiri viene dal piede di Fabio Quagliarella, allora la potenza d’attacco si riduce ancora di più se il capitano blucerchiato non è in giornata. I numeri devono cambiare se la squadra di Ranieri vuole mantenere l’attuale posizione in classifica e raggiungere una salvezza tranquilla.