Sampdoria-Udinese, le pagelle: Gabbiadini incanta, Quagliarella delude

gabbiadini quagliarella
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Udinese, le pagelle: Gabbiadini incanta su punizione, Quagliarella non si sblocca

Audero 6 – Non vede partire il tiro di Nestorovski perché Ferrari e Colley gli bloccano la visuale, non corre sostanziali pericoli nel resto del match.

Depaoli 6 – Fino all’infortunio fa il suo cercando di costruire gioco e dimostrando di essere migliore in propensione offensiva che arretrato nel ruolo che fu di Bereszynski (dal 37′ p.t. Thorsby 6 – Fa quello che gli chiede il tecnico e lo fa bene).

Ferrari 6 – Nel primo tempo patisce un po’ le incursioni offensive di Nestorovski, si riscatta nella seconda frazione di gioco aumentando il livello della sua prestazione.

Colley 5,5 – Partita di luci e ombre per il centrale che alterna ottime idee ad altre decisamente rivedibili. È complice con Ferrari sul primo gol dell’Udinese, tenta di riscattarsi nella seconda frazione di gioco.

Murru 6,5 – Della difesa blucerchiata è sicuramente il migliore, nessuna sbavatura in difesa e tante sgroppate offensive nel tentativo di mettere qualche buon cross in area.

Jankto – È bravo, ma non si applica. Corre, si sbatte ma non produce azioni degne di nota sia nel primo che nella seconda frazione di gioco.

Ramirez 7 – Si conferma anche contro l’Udinese. L’uruguaiano sta attraversando un ottimo momento di forma, ma è anche tanto sfortunato colpendo il palo nella primo tempo. Cresce in personalità nella seconda parte della partita e realizza il rigore che porta in vantaggio i blucerchiati.

Bertolacci 6 – Fino all’infortunio corre, picchia, si fa largo tra le maglie dell’Udinese (dal  43′ p.t. Linetty 6 – Non ha nemmeno il tempo per riscaldarsi che Ranieri lo butta nella mischia. Deve ritrovare i ritmi partita, ma il polacco incide sempre positivamente sulle partite)

Ekdal 6 – È evidente che gioca con un problema fisico, ma non molla e si fa sempre trovare pronto. Risulta più in ombra rispetto alle precedenti partite.

Gabbiadini 7 – Quando s’accende, segnando gol di questo livello su punizione ti fa capire che il talento non gli manca. Peccato che gli manchi la continuità sul lungo periodo.

Quagliarella 5 – Continua il periodo no per il capitano della Sampdoria. Servirebbe solo un gol per sbloccarlo, ma anche oggi non arriva (dal 33′ s.t. Caprari 6 – Entra in una fase decisiva della partita e diventa una spina nel fianco per la difesa bianconera).