Ferrari, il Sassuolo fa muro: respinta l’offerta blucerchiata

Ferrari crotone sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Calciomercato Sampdoria, il Sassuolo rifiuta la prima offerta blucerchiata. Ferrari vale veramente 10 milioni?

La Sampdoria, come vi avevamo raccontato nella giornata di ieri, ha provato l’affondo per Ferrari del Sassuolo. L’offerta blucerchiata, attorno agli otto milioni di euro, è stata respinta dalla società neroverde che sembra convinta nella sua richiesta iniziale di dieci milioni per lasciar partire il centrale. O meglio, il Sassuolo è risoluto nel voler tenere il difensore per la prossima stagione e solo davanti ad un’offerta economica irrinunciabile potrebbe prendere in considerazione di cederlo. Ma Ferrari li vale veramente 10 milioni? È una domanda lecita perchè l’investimento è importante. Andando ad analizzare le prestazioni sportive e non le doti tecniche del giocatore, di cui abbiamo già fatto una scheda sottolineando i suoi punti di forza, possiamo vedere che nelle 38 partite di campionato non ha avuto un rendimento costante. Per fare un esempio vicino alla Sampdoria, Matias Silvestre ha avuto una media di rendimento sopra la sufficienza in questa stagione. Stessa cosa non si può dire per il centrale in forza al Crotone. Il suo rendimento può essere stato in parte condizionato da quello di tutta la squadra, ma se alcuni dati sono incoraggianti, altri meno.

Nelle prime dieci giornate di campionato è stato valutato sopra la sufficienza solo quattro volte e il voto più basso (un quattro) l’ha ricevuto nella nona partita di campionato. Certo, va detto che il Crotone faticava a trovare il risultato e può aver influito. Stessa cosa va registrata nella seconda decina di partite: solo cinque voti sopra la sufficienza, ma anche un gol che gli vale (al Fantacalcio almeno) un voto sopra il dieci. Il rendimento migliora di colpo (assieme a quello di tutta la squadra) nella seconda metà del campionato: aumentano le sufficienze ma anche gli episodi di bocciatura grave in alcune partite chiave. Trova il secondo gol, ma per ben due volte va sotto il cinque (alla 25esima e alla 28esima gara). Il rush finale del Crotone porta un’impennata nel rendimento del centrale e questo sicuramente è un dato positivo perchè mette in luce che non è stato un problema esclusivo del giocatore: un altro gol alla 30esima partita e un assist a fine campionato con una sola prestazione al di sotto del cinque in pagella. A questo punto, dati alla mano, dieci milioni possono sembrare un po’ tanti per un giocatore che non ha dimostrato costanza di rendimento, altresì però attualmente sul mercato sembra il profilo migliore contando che, essendo il suo rendimento legato anche al rendimento generale della sua ex squadra, alla Sampdoria potrebbe far bene. La società di Corte Lambruschini sembra risoluta nel voler arrivare al giocatore, che a Giampaolo piace molto, sicuramente però un esborso così importante dovrà essere accompagnato da risultati migliori di quelli conseguiti al Crotone.

Articolo precedente
Vietto SampdoriaLa Sampdoria corteggia Vietto: piccoli passi in avanti
Prossimo articolo
Schick SampdoriaSchick furioso con la Juventus: gestione errata del caso