Scoppia il caso Fernandes: lo Sporting non vuole pagare la Sampdoria

bruno fernandes sporting lisbona
© foto www.imagephotoagency.it

Calciomercato Sampdoria, lo Sporting Lisbona non vuole pagare quanto concordato per la cessione Fernandes: la questione può finire davanti alla FIFA

Dal Portogallo arrivano brutte notizie per la Sampdoria. Il quotidiano sportivo A Bola svela infatti come lo Sporting Lisbona non abbia nessuna intenzione di pagare alla società blucerchiata, come da accordi, il 10% sulla futura plusvalenza derivata dalla cessione di Bruno Fernandes (trasferitosi a gennaio al Manchester United).

Il motivo è da ricondursi alla risoluzione contrattuale a cui il trequartista portoghese era andato incontro nel giugno del 2018, dopo l’irruzione da parte di alcuni tifosi biancoverdi al centro sportivo. L’episodio aveva portato all’addio di molti giocatori in rosa, ma Fernandes aveva poi scelto di rimanere firmando un nuovo contratto. Secondo lo Sporting, sarebbe proprio questo nuovo accordo che impedirebbe alla Sampdoria di rivendicare la sua quota (quasi 5 milioni di euro). I blucerchiati vogliono essere pagati, ma la sensazione è che si andrà per le lunghe: dall’attuale fase precontenziosa, in cui i club stanno semplicemente scambiando opinioni, non è escluso che si possa finire davanti alla FIFA e che sia proprio il massimo organo calcistico mondiale a dover dirimere la questione.