Semioli, doppio ex tra Genova e Torino: «Sarà una gara divertente»

Semioli
© foto www.imagephotoagency.it

Doppio ex di Torino-Samp, Franco Semioli parla della sfida di sabato sera: «A Genova sono stato bene, c’era una splendida atmosfera. Il Torino…»

Lo scorso giugno ha detto addio al calcio, ma non c’è dubbio che Torino e Samp rappresentino due pezzi di vita molto importanti nella carriera di Franco Semioli. L’ala ha chiuso la propria esperienza sul terreno di gioco a Chieri ed è stato massacrato dagli infortuni, ma in un’intervista esclusiva a toronews.net ha voluto ripercorrere queste due parti della sua carriera, dando spazio ai ricordi piacevoli accumulati a Genova: «Sono stato tre stagioni a Genova, stagioni belle ed intense, anche se in quella di mezzo ho avuto un brutto infortunio alla spalla e sono dovuto stare fuori più di sette mesi; per altro fu la stagione peggiore, perché retrocedemmo. Mentre l’anno prima è stata la stagione del sogno europeo con Del Neri, la più bella della mia carriera, con i preliminari di Champions agguantati e quant’altro. L’ultimo anno, invece, fu quello della risalita in Serie A. Ho dei bellissimi ricordi, Genova è una piazza bellissima, ha dei tifosi splendidi: sono stato davvero bene».

CUORE TORO – Ciò nonostante, l’aver trascorso la giovinezza nel vivaio granata, oltre ad aver giocato 26 partite per il Torino, rende la casacca del Toro speciale per lui: «Si, ho vissuto i primi anni a livello di giovanili, dagli 8 ai 18 anni, vincendo tra l’altro un Viareggio e una Coppa Italia. Sono andato dalla Serie B alla Serie A, con la maglia del Toro ho esordito in entrambe le categorie, e quella granata è una maglia che io mi sento addosso. L’unico rammarico è quello di non aver militato di più nel Toro: ho dovuto girovagare, ma il calcio è così ed è anche bello per questo». Sulla sfida di sabato sera: «Sarà una partita piacevolissima, giocata a viso aperto, tra due squadre che non hanno nulla da perdere. Vedremo due formazioni spregiudicate, che giocheranno all’attacco e che penseranno soltanto a fare gol e a vincere la partita. Sarà una partita divertente. Penso che il Torino alla fine la spunterà al termine di una partita combattuta, con parecchi gol. Chi tifo? Naturalmente il Toro».