Sensibile, l’ex d.s. Samp riparte da Alessandria

Sensibile
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo l’esperienza negativa a Trapani, l’ex Samp Pasquale Sensibile riparte dall’Alessandria: «Questa è una società solida che lavora con grande attenzione alla logica delle operazioni»

Alessandria sta per giocarsi la promozione in B con la Cremonese nell’ultima giornata del girone A di Lega Pro, ma con i lombardi avvantaggiati dagli scontri diretti: dopo aver condotto il campionato a lungo (anche +10 sulla seconda nel dicembre scorso), il club piemontese potrebbe veder sfumare il ritorno in cadetteria. Intanto, però, l’Alessandria si è mossa: per la prossima stagione è stato già confermato Giuseppe Pillon, mentre il nuovo d.s. sarà Pasquale Sensibile. Proprio l’ex dirigente della Samp ripartirà dal Piemonte dopo l’avventura negativa a Trapani, come ha confermato nella presentazione ufficiale: «Devo fare attenzione agli stati d’animo, portando grande rispetto allo stato d’animo che c’è nell’ambiente, comprensibilmente amareggiato ed arrabbiato. Essere qui mi genera un entusiasmo consapevole e ora, in questo contesto, devo trovare un punto di equilibrio. Il 1° di agosto sono subentrato a Trapani e ora subentro ad Alessandria. Non so se questo momento ha anticipato qualcosa che sarebbe poi successo a luglio. Qui è stata allestita una squadra che, a detta di tutti, è una corazzata. I risultati l’hanno anche dimostrato. Ora è intempestivo e indelicato esprimere giudizi su una squadra che non ho allestito io. Anche se non sono abituato a parlare in prima persona, dico che da oggi questa è la mia squadra. Non potrò essere considerato responsabile per ciò che è successo fino a questa mattina, ma da oggi pomeriggio sono il responsabile di tutto ciò che accadrà. Per il momento dobbiamo gestire i quattro giorni che ci separano dalla partita con il Pontedera. Tutto il resto non ha senso».