Connettiti con noi

News

PAGELLE Milan Sampdoria: Quagliarella infinito, follia Silva

Simone Fargnoli

Pubblicato

su

Milan Sampdoria, le pagelle del match: Quagliarella è infinito, Silva complica i piani di Ranieri

Audero 6 – Primo tempo in controllo per il numero uno della Sampdoria, anticipa Ibrahimovic di piede, nonostante il fuorigioco. Poi solo ordinaria amministrazione. Nella ripresa è preciso come sempre e dimostra la solita sicurezza. Non perfetto in occasione dell’1-1 ma salva dal limite su Calhanoglu con una grande parata.

Bereszynski 7 – Ottima partita per il polacco, perfetto senso della posizione. Non sbaglia nemmeno una chiusura ed è molto propositivo sull’esterno destro. Promosso anche nel dialogo con Candreva. Nel secondo tempo deve faticare il doppio considerata la pressione rossonera ma non sembra sentire le fatiche con la sua Nazionale.

Tonelli 6,5 – Il centrale si conferma nel primo tempo dopo la buona prova con il Torino. Attento sulle poche palle che arrivano in area blucerchiata, quando la pressione rossonera sale lui si fa trovare pronto. Nella ripresa ribatte colpo su colpo, le botte ricevute non gli impediscono di essere perfetto in ogni chiusura. Dopo il pari del Milan è reattivo e aiuta la Samp a guadagnare un punto prezioso.

Colley 6,5 – Il difensore blucerchiato non sembra sentire i minuti accumulati con la Nazionale. Ancora una volta è il padrone del gioco aereo ed è vigile sullo spauracchio svedese. Pesa l’ammonizione, forse esagerata, per un intervento scomposto. Cresce ulteriormente nel secondo tempo, quando il pressing del Milan aumenta. Salva sulla linea il tiro di Rebic a dieci dal termine.

Augello 6 – Al terzino sinistro manca la zampata giusta negli ultimi trenta metri. Attacca e si sovrappone bene con Damsgaard, non dà forza, a metà primo tempo, quando calcia dall’interno dell’area. Ha rischiato molto nella chiusura su Ibra a ridosso dell’intervallo ma molto preciso anche in difesa (dal 89′ Yoshida s.v. – ).

Candreva 7 – L’ex Inter sente la partita come fosse un derby. Inizia molto forte, propositivo e voglioso. Padrone sulla fascia destra, scambia perfettamente con Bereszynski. I suoi cross non arrivano a destinazione ma è pur sempre molto preciso nella gestione della sfera. Nel secondo tempo gioca una delle sue migliori gare. Corre come un ragazzino e fa partire anche qualche contropiede interessante (dal 89′ Leris s.v. – ).

Silva 5 – Dopo una buona prova, tra sacrificio e qualità, rovina tutto con la follia della seconda ammonizione. L’espulsione condiziona la sua gara, errore imperdonabile per un giocatore della sua esperienza.

Thorsby 6 – Il norvegese ricomincia da dove era rimasto: match di sacrificio e impegno a tutto campo. Nel primo tempo sfiora il vantaggio di testa sull’angolo di Candreva e poco dopo salva miracolosamente su Ibra in area. Nella ripresa è chiamato agli straordinari dopo l’espulsione di Silva.

Damsgaard 6,5 – Prova completa del danese. Affaticato dal periodo in Nazionale, offre una prestazione a tutto tondo. Al netto di alcuni errori in fase di impostazione, dimostra di rispettare ogni indicazione di Ranieri: si sacrifica per disturbare i portatori di palla rossonera e occupa il campo sia sull’esterno che per vie centrali. La sua classe è evidente e la sua velocità è stata fondamentale nell’ottimo inizio e nella ripresa, dopo il vantaggio (dal 89′ Verre s.v. – ).

Gabbiadini 6,5 – L’attaccante lotta come se fosse la partita fondamentale della carriera. La qualità ad inizio partita gli ha permesso di sfiorare il vantaggio con il suo sinistro. Spina nel fianco della difesa del Milan, tiene alta la squadra e disturba l’impostazione rossonera. L’errore di Silva costringe Ranieri al cambio (dal 62′ Askildsen 6 –  Entra nel momento di maggior pressione rossonera e lotta su ogni pallone provando ad aiutare i compagni).

Quagliarella 7,5 – Il capitano della Sampdoria continua a dimostrare un ottimo feeling con il compagno di reparto. Nei primi venti minuti si avventa su ogni palla e scambia molto bene con Gabbiadini. Manca il guizzo sotto porta che impedisce ai blucerchiati di concretizzare il predominio iniziale. Nella ripresa regala ai tifosi blucerchiati l’ennesima perla con un pallonetto perfetto che non lascia scampo a Donnarumma (dal 83′ Keita s.v. – ).

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma 6,5, Saelemaekers 5,5 (dal 46′ Kalulu 6), Kjaer 6, Tomori 6, Hernandez 5,5, Bennacer 5,5 (dal 59′ Tonali 6), Kessie 6, Castillejo 5,5, Calhanoglu 6 (dal 73′ Hauge 6,5), Krunic 6 (dal 59′ Rebic 6), Ibrahimovic 6.

Advertisement