Connettiti con noi

News

PAGELLE Sampdoria Napoli: Audero muro, Jankto fatica

Pubblicato

su

Sampdoria Napoli, le pagelle del match: Audero è un muro, Jankto fatica da centrale, Keita sbaglia troppo

Audero 7 – Molto attento nel primo tempo. Sicuro nella gestione della palla coi piedi e deciso nei cross tesi azzurri. Reattivo sul tiro a giro di Insigne, stilisticamente non perfetto ma efficace. Non può nulla sul vantaggio napoletano. Ad inizio ripresa miracolo sul tiro ravvicinato di Zielinski. Al 54′ doppia prodezza sul tiro da fuori di Ruiz e sulla respinta di Insigne. Impossibile ribattere il 2-0 di Osimhen.

Bereszynski 5,5 – Il terzino è sempre propositivo, continuando a crescere nonostante le difficoltà odierne nel dialogo con il compagno di fascia, Candreva. Qualche sbavatura nel posizionamento gli fa soffrire la qualità degli azzurri. Troppo alto sul gol di Fabian Ruiz, non riesce a supportare la difesa. La sua gara non migliora nel secondo tempo, ad eccezione di qualche sovrapposizione con Candreva. Soffre troppo in fase divensiva.

Yoshida 6 – Il giapponese sembra aver recuperato la migliore condizione. Leader della retroguardia blucerchiata nel primo tempo, con un doppio salvataggio al 22′ su un cross basso dalla sinistra, toccato da Zielinski. Sullo 0-1 azzurro prova a salire con aggressività ma lascia un buco centrale che i terzini non riescono a chiudere. Nella ripresa è pulito nel liberare l’area e nel respingere i contropiedi avversari. Bruciato in velocità da Osimhen che fa valere le sue qualità e chiude la partita nel finale.

Colley 6 – Il gambiano riesce a reggere la velocità di Osimhen. La linea difensiva è molto alta e aggressiva. Marcature strette e massima attenzione nel primo tempo. Sembra ottima anche la comunicazione con i compagni. Dopo la mezz’ora di gioco perde sicurezza e lucidità e non riesce a respingere la manovra del Napoli dopo il vantaggio. Nel secondo tempo gestisce il pallone con maggiore determinazione e soffre meno il pressing azzurro ma non basta.

Augello 5,5 – Giornata difficile per l’ex Spezia, gli escono solo le cose più semplici e dopo il quarto d’ora sembra faticare a tenere la posizione con Politano e Osimhen, troppe volte lasciati liberi di agire sull’esterno. Impreciso anche nello scambio con i compagni; qualche buono spunto non basta per cambiare la sua prova. Nel secondo tempo migliora in fase offensiva e crea, con i suoi cross e le sue sovrapposizioni, buone trame che non riescono però ad essere concretizzate.

Candreva 5,5 – Prova al di sotto della ultime uscite per l’ex Inter. Inizio propositivo e buoni spunti nel dialogo con il centrocampo. Quando il Napoli aumenta la pressione, l’87 blucerchiato fatica e sembra uscire dalla sfida, con poche iniziative e molte imprecisioni. Una di queste rischia di consegnare agli azzurri la palla del vantaggio. Spreca malamente al 60′ un contropiede, su un errore del centrocampo napoletano, servendo Quagliarella invece che il più libero Jankto a sinistra.

Thorsby 5,5 – Il norvegese deve guidare il centrocampo della Sampdoria. Comincia la gara con la solita grinta. Aggredisce la mediana partenopea ma non trova la quadra in fase di impostazione. Generoso nell’impegno e nella corsa, riesce ad essere in ogni zona del campo, qualche buona chiusura in area blucerchiata non basta per elevare la sua prestazione. Sfortunato quando il Var vede una spinta di troppo di Keita e gli nega la gioia dell’1-1.

Jankto 5,5 – Il 14 della Samp gioca in una posizione non sua e dopo un inizio voglioso non riesce ad incidere sulla partita, qualche buon dribbling a centrocampo e una prova di sacrificio non sono sufficienti per aiutare i blucerchiati nel bloccare la manovra avversaria e per velocizzare l’offensiva dei liguri. Nel secondo tempo alterna il ruolo di mezzala a quello di esterno e migliora nei primi minuti ma, anche in questo caso, non lascia il segno (dall’85’ Verre s.v. -).

Damsgaard 6 – Il talentino blucerchiato ci prova, non ha paura di forzare la giocata ma non sembra incidere nel primo tempo. Nella ripresa inizia forte e il dialogo con i compagni sembra migliorare. Ranieri lo sposta al centro e il danese cresce, è aggressivo e forza il pressing sui portatori di palla azzurri. Suo l’assist per la ghiotta occasione di Gabbiadini (dal 85′ Leris s.v. -).

Quagliarella 6 – Il capitano della Sampdoria offre la solita partita vogliosa e determinata. Sembra un ragazzino e cerca di recuperare la palla al Napoli con il pressing alto. Funziona il dialogo con Gabbiadini, nonostante i due non riescano a creare troppi pericoli ad Ospina. Ranieri lo vede sofferente per un problema all’inguine e lo richiama in panchina (dal 66′ Keita 5,5 – Non riesce ad entrare in partita, nonostante provi a lottare su ogni pallone. Troppi errori in fase di impostazione, uno dei quali fa partire il 2-0 azzurro).

Gabbiadini 6,5 – Il 23 blucerchiato conferma la determinazione delle ultime uscite. Lotta su ogni pallone e non sembra soffrire la forza fisica dei centrali partenopei. Sono suoi i pericoli maggiori per il portiere avversario. Non riesce a segnare, sul passaggio di Damsgaard, davanti ad Ospina. Molto bello il tiro dal limite che trova l’ottima opposizione del colombiano.

Napoli (4-2-3-1): Ospina 6,5; Di Lorenzo 6, Manolas 6, Koulibaly 6,5, Mario Rui 6; Demme 6,5, Fabian Ruiz 7,5 (dal 90′ Bakayoko s.v.); Politano 6 (dal 73′ Lozano 5,5), Zielinski 6 (dal 73′ Mertens 6), Insigne 6 (dal 90′ Elmas s.v.); Osimhen 6,5.

News

Video

Sampdoria News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 44 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a U.C. Sampdoria S.p.A. Il marchio Sampdoria è di esclusiva proprietà di U.C. Sampdoria S.p.A.