Serie A, Capello: «Ritiri di 40 giorni come ai Mondiali»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex allenatore Capelli sulla ripartenza del campionato di Serie A: «Ritiri di 40 giorni come al Mondiale per terminare la stagione»

L’ex allenatore Fabio Capello non ha dubbi sulla Serie A. Il campionato deve ripartire soprattutto per l’aspetto economico, dato che ci sono molti interessi in ballo e tanti posti di lavoro: «Io sono per ripartire, per tanti motivi. Intanto ci sono 100mila addetti che lavorano attorno al calcio e questo è importante per tutta la gente che lavora. E poi anche psicologicamente darebbe un po’ di allegria a tutti coloro che avrebbero la possibilità di vedere le partite. Sarebbe molto importante, anche se ci sono tante problematiche».

Restano molti dubbi legati alla preparazione atletica, ma Capello ha la soluzione per un ritorno in campo in sicurezza: «La mia idea è questa: bisogna pensare di fare come in un Mondiale e restare 40 giorni chiusi per concludere la stagione.Per fare una cosa molto breve 20-25 giorni. Io sono favorevole ai 4-5 cambi, giocando ogni 3 giorni favoriscono il recupero. Peccato questa proposta sia già stata bocciata», precisa Capello a Radio Rai.