Serie A, Gravina: «Proveremo a sfruttare luglio e agosto»

Gravina Serie A FIGC Cassa integrazione
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente federale Gravina ha fatto chiarezza sulla situazione legata al futuro della Serie A

Gabriele Gravina ha parlato della possibile ripresa della Serie A: «L’Italia ha maggiore difficoltà nel recupero perché abbiamo tredici gare da recuperare e probabilmente si dovrà inserire le partite delle competizioni internazionali. Oggi parlare di date non ha alcun senso. Dobbiamo essere consapevoli e coscienti che per definire il nostro campionato ci servono 45-60 giorni».

«Se ci vengono concessi il mese di luglio e quello di agosto, così come si sta orientando la UEFA e tutte le federazioni, potrebbe quello il periodo di riferimento. Al di là di come andrà a finire, ne parliamo perché è giusto farlo, ma dobbiamo oggi concentrarci innanzitutto sul fatto che a partire dal campionato 20/21, il calcio possa ricominciare con entusiasmo e una nuova filosofia», ha concluso il presidente della FIGC ai microfoni di Radio Marte.