Serie A, Lippi punge Governo e FIGC: «Spero non facciano scherzi»

lippi Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Serie A, Lippi spinge per la ripresa del campionato. Sui playoff: «Non piacciono a nessuno, speriamo non sia necessario farli»

L’ex calciatore della Sampdoria ed ex commissario tecnico della nazionale, Marcello Lippi esprime il suo pensiero sulla ripresa della Serie A in una lunga intervista a La Stampa.

SERIE A – «Speriamo che non facciano scherzi, c’è da aspettarsi di tutto. Non capisco remore così tenaci davanti alla garanzia del rispetto dei protocolli. I giorni più duri sono passati e all’ombra del virus dovremo abituarci. L’importante è seguire le norme per la tutela sanitaria: il calcio le ha stabilite, per questo è giusto che riparta».

PLAYOFF – «È una formula che non piace a nessuno. Appartengono a tantissimi sport importanti, ma le categoria più alte del calcio sono disabituate. La mia speranza è che non si debba ricorrere a formule inedite e alternative. Finire il campionato è prioritario, interromperli definitivamente, assegnare verdetti in base a una classifica parziale, sarebbe assurdo sul piano sportivo ed economico. Pensiamo ai sacrifici dei club che hanno investito sul mercato invernale per raggiungere i propri obiettivi oppure alla frustrazione di cui non potrebbe portare avanti un’annata fantastica, costretto a ripiegare sogni e ambizioni. Un esempio? La Lazio in piena corsa scudetto».