Simy dimentica la Sampdoria: «Testa alta e pedalare»

Iscriviti
crotone
© foto www.imagephotoagency.it

L’attaccante del Crotone Nwanko Simy ha commentato, attraverso i canali ufficiali della società, la sconfitta di campionato contro la Sampdoria

Nwanko Simy, centravanti del Crotone, ha commentato attraverso i canali ufficiali della società la sconfitta maturata nell’ultimo turno di campionato contro la Sampdoria. Il club calabrese deve rilanciarsi in classifica per poter superare Genoa e Torino ed uscire dalla zona rossa della classifica.

OBIETTIVO – «50 reti con la maglia del Crotone e miglior marcatori in A con i rossoblù? Da quando sono arrivato mi conoscete. Non penso ai numeri, è bello quando raggiunge a questi traguardi perchè quando si lavora l’obiettivo è fare meglio. L’obiettivo però era portare a casa qualcosa ma non ci siamo riusciti quindi conta poco. Quando vinciamo possiamo parlare di tutto ma quando non portiamo a casa qualcosa non sono felice».

IMPEGNO – «L’obiettivo è sempre lo stesso: scendere in campo per cercare di vincere. Non si molla niente, testa alta, zitti e pedalare. Non c’è altro da fare. Non importa il risultato di Genova perchè è finita e non lo possiamo cambiare. Col Parma metteremo in campo tutto come sempre, alla squadra non si può dir nulla. Continuiamo ad essere umili, non dobbiamo dimenticarci da dove siamo partiti. L’importante è proseguire su questa strada restando umili e lavorando. Da quando sono a Crotone abbiamo sempre lavorato, abbiamo sempre sofferto e prima o poi il lavoro paga».