Spadafora: «Chiusura palestra? Più rischioso mangiare in sei al ristorante»

Coronavirus Spadafora
© foto www.imagephotoagency.it

Il Ministro della Sport Vincenzo Spadafora è intervenuto pubblicamente in merito alla polemica attorno alla chiusura delle palestre

In un’intervista rilasciato al quotidiano Il Mattino, il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha chiarito la sua posizione in merito alla chiusura delle palestre e, più in generale, sulle normativa prevista nel nuovo Dpcm che concerne lo sport.

LEGGI ANCHE – Le dichiarazioni di Vincenzo Spadafora sui campionati 

SPORT – «Il Dpcm ha bloccato lo sport amatoriale di contatto, non lo sport di base, perché siamo riusciti a consentire che le squadre possano continuare ad allenarsi con esercizi individuali. Condivido la preoccupazione di Casasco e il suo timore sull’impatto negativo che può avere sull’umore e la crescita dei giovani. Lo sport, soprattutto per i più piccoli, è vitale».

CHIUSURA PALESTRE – «Dai controlli dei Nas emerge un rispetto rigoroso ovunque. Lo stesso Cts ci ha detto che non ci sono evidenze scientifiche su focolai e contagi nati da palestre e piscine e ritengo più rischioso mangiare al ristorante in sei, senza mascherine, piuttosto che allenarsi in una sala pesi. Se dovremo chiudere anche i ristoranti chiuderemo anche le palestre, ma a parità di rischio chiedo parità di trattamento».