Strinic, impara da loro: i giocatori in scadenza più utili

strinic sampdoria
© foto Valentina Martini

Nella classifica dei migliori giocatori in scadenza di contratto non figura Strinic: limite mentale per il giocatore oltre che problemi fisici in quesa stagione

Mancano solo quattro partite alla fine del campionato e per alcuni giocatori saranno le ultime con la maglia della Sampdoria addosso. Il calciomercato non tarderà a diventare l’argomento principale soprattutto per quei giocatori che, in questa stagione, si sono dimostrati vere rivelazioni o conferme di quanto fatto di buono già nella scorsa stagione. Ci sono anche i giocatori in scadenza che al termine del campionato potranno accasarsi altrove: uno di questi è sicuramente Ivan Strinic. Il terzino croato è un mezzo rimpianto per la Sampdoria: negli ultimi dieci anni è probabilmente il miglior giocatore che la fascia mancina abbia visto in quel ruolo, ma a livello di rendimento si attesta tra i non pervenuti per metà di questa stagione. Arrivato nel pacchetto con Zapata, il croato ha incantato con le sue giocate nella prima parte del campionato, totalizzando 16 presenze.

Progressivamente è sparito dai radar, iniziando a chiamare la sostituzione per problemi fisici – è uscito dal campo a partita in corso sei volte – per poi rimanere fisso in panchina per ben 12 partite. Tornato in auge nel match contro il Bologna, per l’infortunio di Murru e l’impiego di Regini contro la Juventus, Strinic ha dato buona prova di sé per poi disattendere nuovamente le aspettative contro la Lazio dove si è reso colpevole di sviste difensive clamorose. Sul banco degli imputati il croato si è sentito imputare l’essere distratto per i motivi legati alla scadenza di contratto e le voci di mercato, ma non è l’unico calciatore, in Serie A, in questa situazione. L’elenco dei giocatori in scadenza di contratto consapevoli che non rinnoveranno è molto lungo ma il rendimento di questi non è certamente paragonabile a quello di Strinic.

Il CIES, laboratorio statistico del mondo del calcio, ha redatto la classifica dei migliori giocatori scadenza di contratto per rendimento negli attuali cinque campionati maggiori e, come è prevedibile, Strinic non si classifica tra i primi cinquanta. Ci sono parecchi italiani – dai quali il terzino croato avrebbe dovuto prendere esempio – e il primo in assoluto per rendimento è Pepe Reina. Nel caso del portiere del Napoli sono già state effettuate le visite mediche con il Milan, ma questo non ha minato la convinzione del giocatore a voler vincere lo scudetto con la squadra partenopea. Scendendo troviamo Buffon, a fine carriera, Barzagli e Masiello ma anche il capitano della Fiorentina Badelj che, in ottava posizione, dimostra come la scadenza di contratto non sia un limite al restare concentrati sul proprio lavoro. Esempio lampante è anche De Vrij che rientra nella top 25 con i suoi cinque assist e sei gol con la Lazio, squadra con la quale non rinnoverà per il prossimo anno. Al netto dei problemi fisici che sicuramente hanno condizionato il giocatore, probabilmente anche a livello mentale il terzino croato non ha dimostrato di poter fare la differenza e, dopo la partita contro la Lazio, è difficile pensare che possa concludere il suo campionato da protagonista.

CIES