Strinic, che guaio: bocciato alle visite per un problema al cuore

Strinic Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex terzino della Sampdoria non passa le visite mediche con il Milan per problemi al cuore: nuovo caso Schick?

L’acquisto a parametro zero di Ivan Strinic potrebbe rivelarsi un completo fallimento per il Milan. A preoccupare la società rossonera sono le visite mediche di rito effettuate questa mattina dall’ex terzino della Sampdoria, che non ha passato i test per via dei problemi cardiaci emersi dagli esami: «AC Milan comunica che durante gli accertamenti di routine semestrali, previsti in Italia per gli atleti professionisti, è stato riscontrato che Ivan Strinic soffre di una iniziale ipertrofia del muscolo cardiaco meritevole di ulteriori approfondimenti da eseguire dopo un periodo di riposo. Per questa ragione – si legge in una nota del club – il giocatore dovrà sospendere temporaneamente l’attività sportiva agonistica fino al completamento degli esami».

Un nuovo caso Schick all’orizzonte? Ormai il Milan, a differenza della Juventus, non può più venire meno all’impegno preso e revocare il suo acquisto, ma viene spontaneo chiedersi come sia possibile che – proprio come l’ex attaccante blucerchiato – il difensore croato sia riuscito a passare i test medici con la Nazionale prima di iniziare la sua avventura ai Mondiali. Solo il tempo dirà se sarà necessario solamente un breve allontanamento dai campi per scongiurare ogni problema di salute, o se andranno intraprese cure più serie.

Articolo precedente
Spalletti sulla tragedia di Genova: «Fermarsi significa che non accadrà più?»
Prossimo articolo
Il mercato delle sorprese: la porta è più forte?