Sampdoria-Spal, la Sud ricorda Aldrovandi: lo striscione in Gradinata

© foto Valentina Martini

Sampdoria-Spal, in Gradinata Sud viene esposto lo striscione in ricordo del ferrarese Federico Aldrovandi

Il caso di cronaca che ruota attorno all’uccisione di Federico Aldrovandi risale ormai al lontano 2005: il giovane studente ferrarese, dopo una serata in un locale di Bologna, non fa più ritorno a casa. La famiglia viene avvisata il giorno successivo: Federico è deceduto per un malore ma dalle ecchimosi sul corpo sorgono immediatamente i primi dubbi sulla dinamica dell’arresto e sugli avvenimenti di quella notte. Nel luglio del 2009, dopo un lungo iter giudiziario, arriva la sentenza di primo grado nei confronti dei quattro poliziotti: condanna a 3 anni e sei mesi per eccesso colposo nell’uso legittimo delle armi, confermata fino in Cassazione nel 2012.

Il caso Aldrovandi fu largamente mediatico, tornando a far parlare anche nell’ambito del calcio. I tifosi della Spal infatti, ad ogni trasferta, portano sempre la bandiera che ritrae il volto di Federico, ma non sempre ne viene consentito l’ingresso all’interno dello stadio. Anche in occasione di Sampdoria-Spal, ai tifosi ospiti è stato impedito di portare all’interno del “Ferraris” il bandierone; in precedenza fu all'”Olimpico” che gli negarono l’ingresso. La motivazione adottata è che sarebbe “provocatoria nei confronti delle forze dell’ordine”, come si legge in uno dei comunicati del giudice sportivo in allegato alla sanzione pecuniaria data alla Spal per l’esposizione della bandiera. Lo stesso potrebbe accadere nei riguardi della Sampdoria, i cui sostenitori hanno deciso di esporre ieri uno striscione in Gradinata Sud in onore di Aldrovandi.

1. Sampdoria-Spal, lo striscione per Aldrovandi

2. Sampdoria-Spal, lo striscione per Aldrovandi