Udinese, non sei la stessa: occhio a Barak, Jankto e De Paul

© foto www.imagephotoagency.it

L’Udinese affrontata all’andata aveva lo stampo di Delneri, Oddo ne ha cambiato la fisionomia: migliorati tanti giocatori

Il pesante KO per 4-0 rimediato contro l’Udinese nella gara di andata, è sicuramente il punto più basso toccato dalla Sampdoria di Giampaolo in questa stagione. Poco gioco espresso, tanta disattenzione, dispendio di energie generale che non è stato producente. L’Udinese ha beneficiato degli errori blucerchiati per realizzare due gol su calcio di rigore e altri due su azione. La compagine bianconera in quel periodo non stava andando bene, anzi alla dodicesima giornata – coincidente con l’esonero di Delneri – aveva perso ben otto gare. Oddo, subentrato in corsa, ha saputo cambiare la rotta inanellando una vittoria dietro l’altra e portando la sua squadra a lottare addirittura per l’Europa League. Il tecnico, che con il Pescara non riuscì a dimostrare realmente tutte le sue potenzialità, ha cambiato il volto dell’Udinese incidendo anche sul rendimento dei singoli giocatori. In vista della gara contro la Sampdoria, Oddo ha provato diverse soluzioni tecnico-tattiche, sebbene il problema principale sia la scelta degli uomini da schierare in attacco al fianco di Maxi Lopez, data la squalifica di Perica e l’infortunio di Lasagna.

Nell’ultimo allenamento svolto, il tecnico ha disposto i suoi con un 3-5-1-1 e, per la sfida di domenica contro la Samp, i ballottaggi riguardano alcuni giocatori rivelatisi fondamentali nelle ultime giornate: Balic, Barak e Hallfredsson si giocano un posto da titolare, e Oddo li ha provati durante le partitelle. Il primo è stato schierato nella formazione tipo che dovrebbe scendere in campo nella trasferta di Genova, mentre il secondo nel 4-3-1-2 a imitare il gioco di Giampaolo. Il primo dei due schieramenti – ovvero il più gettonato per domenica – ha visto: Bizzarri; Larsen, Angella, Samir; Widmer, Fofana, Balic, Ingelsson, Adnan con gli esterni bassi in linea con la difesa; Jankto e Maxi Lopez. Mentre la seconda, più improbabile, Scuffet; Angella, Danilo, Nuytinck per la difesa; Zampano, Barak, Hallfredsson, Pontisso, Pezzella; in avanti De Paul e Maxi Lopez. Come Giampaolo, anche il tecnico dei friulani pensa alla partita tenendo in considerazione quattordici giocatori e, per questo motivo, alcuni ballottaggi verranno risolti solo dopo la rifinitura di domani, senza escludere ingressi in corsa. Verranno valutate nuovamente le condizioni di Behrami, che va verso il forfait, Hallfredsson per un possibile impiego dal primo minuto – essendo rientrato in gruppo solo da un giorno – al pari di Barak. In attacco De Paul e Jankto si giocano una maglia dal primo minuto assieme a Maxi Lopez.