Udinese-Sampdoria, Delneri rischia tutto: «È decisiva»

delneri udinese
© foto www.imagephotoagency.it

Delneri analizza in conferenza stampa la partita di domani contro la Sampdoria: «Vincere per uscire da un momento negativo»

Se la Sampdoria viaggia sulla scia dell’entusiasmo, lo stesso non può fare l’Udinese che è reduce da cinque sconfitte e una sola vittoria in questo campionato. L’imperativo di Luigi Delneri è di rialzare la testa quanto prima: «La partita di domani è decisiva. Vogliamo fare bene come volevamo, fare bene nelle ultime partite, per dare linfa alla classifica, contro una squadra che sta molto bene. È un banco di prova importante per trovare la vittoria e uscire da un momento non felice, vincere dà energie e permette di uscire da situazioni un po’ così. La settimana scorsa è stata una settimana un po’ così, tre sconfitte in una settimana contro squadre importanti. Abbiamo fatto una rifinitura leggera per cercare di abbassare la pressione e giocare con la mente libera. So già cosa fare domani, il problema non sono la tattica e i numeri, la squadra deve avere un’organizzazione. Ogni domenica abbiamo un esterno più offensivo e l’altro più difensivo. Intendo continuare sulla strada tracciata».

Il tecnico friulano analizza successivamente i singoli: «Ho provato Lasagna e De Paul a piedi invertiti, ci possono stare. Piazzandoli così bisogna essere più aggressivi, più attenti. Non ci saranno grosse novità: Bizzarri è confermato, Perica non è pronto ma potrebbe essere utilizzato in corso. Hallfredsson non sta bene, vedremo oggi se sarà a disposizione dal primo minuto». Delneri, in chiusura della conferenza stampa, parla nel dettaglio della Sampdoria: «È una squadra che sa stare in campo e ha pochi punti deboli. Non c’è solo Zapata, che ha dimostrato in questa città quanto avessimo ragione sul suo conto, ma anche Praet, Torreira e molti altri giocatori di talento. Sarà una partita intensa, capace di farci mettere in campo una buona prestazione per uscire dal momento negativo».