Un rapace per l’attacco blucerchiato: La Gumina scalpita

la gumina
© foto Twitter

La Sampdoria è molto vicina ad Antonino La Gumina del Palermo: ecco le migliori caratteristiche dell’attaccante siciliano

La Sampdoria sembra ormai molto vicina a piazzare il colpo in attacco: come confermato anche da Ferrero, la società doriana segue con grande attenzione il centravanti del Palermo Antonino La Gumina. L’intesa con la squadra rosanero sembra ormai, dopo settimane di trattative, essere stata praticamente trovata: balla un solo milione fra offerta e domanda – 6 più bonus contro 7 più bonus -, una cifra che non dovrebbe creare problemi: La Gumina potrebbe dunque già diventare, a partire dalla prossima settimana, un giocatore della Sampdoria. Cerchiamo dunque di capire che tipo di attaccante è il classe ’96. Anzitutto, i numeri: 1,82 di altezza, La Gumina è una prima punta mobile, che gioca molto per la squadra, sempre disponibile ad arretrare il proprio raggio d’azione: 33 presenze in Serie B – play-off compresi – condite da 11 reti e 2 assist, non male per un giovane sul quale la società siciliana aveva appoggiato le proprie speranze di conquistare la Serie A.

Le caratteristiche principali di La Gumina sono comunque due: l’attacco della profondità e l’opportunismo in area di rigore. Per quanto riguarda la prima, il prodotto del Settore Giovanile rosanero è in grado di muoversi con attenzione sul filo della difesa nemica, andando spesso a occupare lo spazio fra i centrali difensivi per cercare di sorprenderli al momento giusto. A ciò, La Gumina unisce anche la caratteristica del rapace d’area di rigore, sempre attento sulle palle sporche, sempre presente dove c’è una situazione potenzialmente interessante. L’attaccante è cresciuto molto, dal punto di vista tattico, con la doppia gestione Tedino-Stellone: ha imparato a giocare di più per i compagni, e ha costituito la parte più mobile dell’attacco dei siciliani quando ha giocato in coppia con Moreo – prima punta più fisica. Certo, il gradino dalla cadetteria alla Serie A potrebbe farsi sentire, ma un anno di rodaggio è anche normale: le premesse per esplodere però anche nella massima serie ci sono tutte per l’attaccante, e se dovesse farlo con la maglia della Sampdoria sarebbe ancora più bello.

Articolo precedente
L’Atalanta molla Jankto: la Sampdoria può affondare
Prossimo articolo
jandrei chapecoenseRui Costa conferma la trattativa: «Jandrei sta valutando i dettagli»