VAR, si cambia: dal prossimo anno potrebbe essere centralizzata

gavillucci arbitro aia serie a
© foto www.imagephotoagency.it

Per la prossima stagione la Lega valuta una diversa dislocazione degli arbitri addetti al VAR: sarebbero raggruppati un’unica sala a Milano

Per la prossima stagione di Serie A si potrebbe assistere ad un cambiamento riguardante il VAR: l’esperimento, condotto per la prima volta in questo campionato in Italia, sta dando buoni frutti, tanto che il margine di errore degli arbitri durante le partite è stato ridotto sensibilmente. Si proseguirà dunque con l’assistenza video per i fischietti italiani, ma la Lega di Serie A sta valutando una diversa dislocazione degli arbitri addetti al monitoraggio delle azioni.

Adesso, infatti, VAR 1 e 2 seguono la squadra arbitrale allo stadio e controllano lo svolgimento delle partite all’esterno dell’impianto: l’ipotesi paventata dalla Lega, e che secondo il Corriere dello Sport sta prendendo sempre più piede, è quella invece di convogliare tutti gli addetti al controllo delle gare tramite monitor in un’unico locale, ai piani bassi del palazzo che ospita la Lega a Milano, in Via Rosellini. Si tratterebbe di una modifica che seguirebbe quanto è stato fatto in Bundesliga: il risparmio sulle trasferte dei due arbitri addizionali sarebbe consistente, l’unico dubbio resta quello di potenziali problemi di comunicazione fra le linee che dovrebbero collegare la “sala di controllo” in Lega ai vari stadi italiani.

Articolo precedente
Giampaolo, affidati a Quagliarella: bestia nera di Spalletti
Prossimo articolo
sampdoriaGli UTC contro le critiche: «No al gioco al massacro!»