Connettiti con noi

Avversari

Venezia, Zanetti si prepara alla Sampdoria: «Risposto a un momento difficile»

Pubblicato

su

Paolo Zanetti, allenatore del Venezia, ha parlato al termine del match con la Juventus: le sue dichiarazioni

Paolo Zanetti ha parlato al termine del match con la Juventus. Le dichiarazioni dell’allenatore del Venezia, prossimo avversario in Serie A della Sampdoria, ai microfoni di DAZN.

PAREGGIO – «La squadra ha risposto a un momento difficile. Come avevo detto, venivamo da una grande batosta. Oggi abbiamo meritato questo punto. I valori in campo erano diversi, questo è un pari d’oro perché viene dopo una partita che mi è piaciuta. Abbiamo giocato a viso aperto, anche se c’è sempre qualche difficoltà tecnica. Abbiamo avuto però sempre grande carattere».

INTERVALLO – «Non ho una tecnica, cerco di essere me stesso e toccare i loro cuori. Quello che ho detto preferisco non dirlo, ma i ragazzi hanno risposto. La settimana scorsa avevo anticipato cosa poteva succedere, poi è successo il contrario. Oggi è andata bene».

CALDARA – «Con lui non ho parlato del futuro. È più una cosa giornalistica che altro, chiamate non ne sono arrivate. Giocare nel Milan è un obiettivo di chiunque. Qui è un leader, è molto importante, sta tornando il giocatore che era dopo un periodo difficile. Io e il ds ci abbiamo creduto tanto, lo abbiamo convinto a venire qui quando nessuno ci avrebbe scommesso. È una scommessa vinta, sta bene e le qualità sono indiscutibili. Spero rimanga, ma non è di nostra proprietà».

ARAMU – «E’ straordinario. Vi invito a guardare anche la fase di non possesso, è stato incredibile. Spende tanto per la squadra, oggi è stato molto lucido. Miglior partita da quando è qui, considerando anche chi avevamo di fronte. Sono contento, merita molto».