Connettiti con noi

News

Via ai pronostici sul vincitore dei mondiali di calcio in Qatar

Pubblicato

su

Cominciano a delinearsi le fasi finali della coppa del mondo che si disputerà in Qatar.

Per la prima volta un mondiale si giocherà in inverno e questo potrebbe essere un fattore determinante viste le condizioni climatiche e di forma fisica dei campioni che si contenderanno la coppa più ambita del pianeta.

Mondiale: un periodo particolare

Di solito siamo abituati a seguire i mondiali di calcio in estate. Questo fattore a volte ha influito pesantemente sulla forma dei campioni che si ritrovavano a disputare il mondiale. Ad accusare di più il periodo estivo è ovvio che fossero i giocatori più forti e blasonati.

I calciatori più talentuosi fanno parte della rosa dei club più vincenti ed è naturale che le squadre che contendono più titoli sono chiamate a spendere più energie rispetto ai club più piccoli. Questi ultimi, una volta raggiunta la salvezza, possono permettersi di staccare la spina e mettere i remi in barca per preparare al meglio la stagione successiva.

I grandi campioni sono tenuti a sottoporsi a decine di partite in più per aggiudicarsi le coppe europee. Anche in campionato le intensità delle partite cambiano drasticamente in base agli obiettivi del club. Un giocatore che fa parte di una squadra in lotta per il titolo, giocherà tutte e 38 le partite con un livello di concentrazione molto diverso rispetto a un suo collega appartenente ad un club di medio-bassa classifica. Paradossalmente, si spendono ancor più energie nel finale di stagione per poterla spuntare sui rivali.

Mondiale: sorprese meno probabili

Per questa serie di motivazioni, in questi casi, c’è da aspettarsi un mondiale con meno “sorprese” del solito. Il calcio è imprevedibile ma risulta difficile ipotizzare una nazionale meno tecnica che punta sulle doti fisiche, prevalere su una squadra molto più forte. Infatti, tutti saranno al top della loro forma visto che il campionato è iniziato da pochissime partite per tutti. Anche il miglior sito scommesse recensito su scommettereonline.info, che è sempre molto attento a ogni dettaglio, ha aumentato il gap delle quote tra le possibili outsider e le big più blasonate.

Quali sono le favorite per il Mondiale?

Mondiale: Francia in pole

Il campione in carica è sempre il favorito. Se il campione in questione è una squadra in continuo rinnovamento, che non solo ha migliorato il livello tecnico già altissimo dei protagonisti di Russia 2018, ma anche sfornato nuovi talenti pronti per guadagnarsi un posto in prima linea, in questo caso è ancora più favorito. La Francia ha a disposizione la rosa più qualitativa e profonda della competizione, e fermarla sarà difficilissimo.

Brasile: un mondiale come riscatto

I verdeoro aspettano ormai da 20 anni di sollevare nuovamente la coppa del mondo. Le due onte subite entrambe in casa devono essere riscattate. Il 7-1 inflitto dai tedeschi nella semifinale del 2014 e la Copa América persa al Maracanà contro l’Argentina, possono essere digerite solo con la vittoria del mondiale. La squadra e le motivazioni per fare bene ci sono tutte.

Inghilterra: è l’ora di vincere 

Insieme alla Spagna, l’Inghilterra è l’unica super potenza calcistica ad avere solo un mondiale. Gli spagnoli, quantomeno, l’hanno conquistato di recente. Gli inglesi non vincono dal 1966, quando organizzarono il mondiale in casa e lo vinsero aiutati da tutti i venti possibili. Bisogna dimostrare che la madre del calcio è tornata e fa sul serio. Un assaggio lo abbiamo avuto in Russia, quando i biancorossi si sono fermati solo in semifinale.

Germania: sempre tra i favoriti

La Germania non è mai da sottovalutate. Una mentalità vincente, difesa solida, attacco devastante e centrocampo tutto fare, sono le armi della Germania. Se uniamo tutto questo a una filosofia di gioco ben impiantata nella testa dei giocatori e un allenatore preparato come Flick, non possiamo escludere i tedeschi tra i favoriti per la vittoria finale. Mai sottovalutare una nazionale con 4 stelle sul petto: la Germania, anche se a volte perde colpi, c’è sempre.

Sampdoria News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 44 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a U.C. Sampdoria S.p.A. Il marchio Sampdoria è di esclusiva proprietà di U.C. Sampdoria S.p.A.