Vialli-Mancini, coppia anche fuori dal campo: «Ecco come conquistavamo le ragazze»

vialli mancini sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Vialli torna sul rapporto con Mancini: «Dormivamo insieme, poi chiese di cambiare stanza perché russavo. Con le ragazze mandavo lui in avanscoperta»

Quella formata da Gianluca Vialli e Roberto Mancini, ai tempi della Sampdoria, era una coppia indissolubile dentro e fuori dal campo. Assist e gol sul terreno di gioco, complicità e solidarietà nella vita di tutti giorni, anche quando si trattava di “rimorchiare”: «Uscivamo insieme – ricorda Vialli a Sky Sport – e lui era il bello. Roberto veniva mandato in avanscoperta davanti alle ragazze, poi arrivavo io che, dovendo contare sulle armi che avevo, le conquistavo con la simpatia», ha scherzato l’ex numero 9 blucerchiato, che ha poi svelato un particolare rito prepartita: «Un toast e una Coca-Cola come spuntino di mezzanotte, alla vigilia di ogni gara».

Il segreto di quella Sampd’oro che vinceva in Italia e all’estero stavo certo nei numerosi campioni in rosa, ma anche il clima ideale che si era venuto a creare giocava una parte importante: «Il presidente Mantovani voleva la creazione di una piccola squadra che andasse contro l’establishment del calcio nazionale. Un sogno che noi giocatori condividemmo subito. Eravamo diventati come fratelli, che andavano a dormire tutti insieme sotto lo stesso tetto, col pigiama della Samp. Io dormivo con Roberto, ma dopo che mi fratturai il naso iniziai a russare e lui chiese di cambiare stanza», ha concluso Vialli.

Articolo precedente
emre akbabaSampdoria forte su Akbaba: c’è l’offerta ufficiale
Prossimo articolo
pradè sampdoriaPradè verso l’addio: incontro con l’Udinese e firma vicina