Vialli sulla malattia: «Sono ancora spaventato. Quella sensazione…»

vialli
© foto Youtube

Vialli sulla lotta contro la malattia: «Sto bene, ma sono ancora spaventato e preoccupato. Non sei mai certo di averci chiuso»

Gianluca Vialli è tornato a parlare della lotta contro la malattia alle colonne del Times. L’ex bomber della Sampdoria, nonostante abbia recentemente dichiarato di essere “fuori dal tunnel”, non nasconde di temere una ricaduta: «Non puoi essere certo fino a quando non saranno trascorsi alcuni anni senza problemi. Fisicamente mi sento bene, ho di nuovo i miei muscoli. Mi sono allenato a giorni alterni con mia moglie, ma sono ancora molto spaventato e preoccupato». 

«Ogni volta che ti svegli o vai a dormire con un po’ di male alla pancia, alla testa o hai un po’ di febbre, pensi: “Oddio, è tornato”. Per liberarsi di questa sensazione occorre molto tempo. Sei fragile, nessuno vuole vivere qualcosa del genere, ma quando accade devi prenderla come un’opportunità per conoscerti meglio: il modo in cui eri, il modo in cui sei e come vuoi essere in futuro. È inevitabile che tu scopra il tuo vero “io”. Ci sono state moltissime cose su cui ho dovuto lavorare per cercare di migliorare», ha concluso Vialli.