Viviano omaggia Cruijff: «Un rivoluzionario»

viviano sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

In un anno nel quale il mondo ha pianto diverse celebrità e le loro scomparse, Emiliano Viviano chiude l’annata omaggiando Johan Cruijff: «L’uomo che ha cambiato di più il calcio»

Il 2016 volge al termine e molti lo ricorderanno come un anno per lo meno particolare. Un po’ per quello che è successo nel mondo (l’elezione di Trump, la Brexit e altri avvenimenti che hanno rivoluzionato la geopolitica), un po’ per il campo – a qualunque sport appartenga – che ha fornito sorprese ovunque (i Cubs e l’alloro MLB, i Cavs e il titolo NBA, la vittoria del Leicester in Premier League, il Portogallo campione d’Europa). Non sarà un’annata che dimenticheremo facilmente.

OMAGGIO ORANJE – In un anno nel quale le celebrità a lasciare questo mondo sono state diverse, l’eco dei media ha amplificato tale evento. E in questa lista possiamo trovare anche un rivoluzionario del calcio, forse il più grande che il calcio europeo abbia mai avuto insieme a Ferenc Puskas e Franz Beckenbauer: Johan Cruijff. La Samp se lo ricorda bene, essendo l’olandese stato l’allenatore di quel Barcellona che alzò la Coppa dei Campioni a Wembley proprio dopo una tirata finale contro i blucerchiati. Sul finire di questi 365 giorni, Emiliano Viviano ci ha tenuto a fare un piccolo omaggio dal suo account Twitter: «Probabilmente il calciatore-allenatore che ha cambiato di più questo sport…».