Connettiti con noi

News

Viviano: «Ranieri mi piace. Ecco chi tiferò tra Sampdoria e Fiorentina»

Pubblicato

su

Emiliano Viviano si schiera in vista di Sampdoria Fiorentina: le dichiarazioni dell’ex portiere blucerchiato

Emiliano Viviano, doppio ex di Sampdoria Fiorentina, fa il punto in vista della sfida al Ferraris. Le dichiarazioni al Secolo XIX.

AVVENTURA – «Sono sincero, non trovavo un club in Italia ed è venuta questa chance qui. All’inizio non ci pensavo, poi presidente e figlio hanno iniziato a tempestarmi di chiamate e mi sono detto “Istanbul brutta non è, andiamo a vedere”. E tutto quello che ho visto mi è piaciuto. Ora sono felice della mia scelta».

CLUB – «È uno dei quartieri più storici, dalle mura dell’antica Costantinopoli. Tenete presente che per andare da un estremo all’altro della città sono più di 120 km. Non è come da Nervi a Bogliasco»

EX ITALIANI IN TURCHIA – «È vero che col club si è creato feeling e vedendo lo spirito con cui siamo arrivati noi stranieri ci hanno fatto seguire da altri ex “italiani”. Il resto sono rapporti. Così facciamo gruppo e rendiamo meglio. Castro però non citatelo come calciatore: non fa che suonare la chitarra. Se l’è pure dimenticata da me. Sono scontento perché qui tanti stranieri avevano la nomea di venire a svernare, noi questa nomea la riscattiamo».

QUAGLIARELLA – «Fosse per me l’avrei già fatto venire, certo. Ma Fabio è un capitano vero e vuole chiudere alla Sampdoria, non gli interessano i soldi, avete visto com’è finita con la Juventus. Per lui l’età è un numero, nient’altro. Ha una cura così maniacale di tutto che giocherà finché si diverte e fa bene»

BUFFON – «Gli ho scritto a Gigi l’altra sera, dicendo “cambio canale perché non si può sentire in tv 43 anni”. Io gioco finché reggono le ginocchia, ho fatto 10 operazioni, mica poche»

TIFOSI TURCHI – «Nella vecchia Istanbul ci sono tantissimi tifosi nostri che negli anni, per via del fatto che il club non era in A, hanno iniziato a guardare il Galatasaray, il Fenercabhce, il Besiktas. Ora si sono riavvicinati e dovreste sentire il calore»

SERIE A – «Ci sarei rimasto, ero pure vicino a tornare alla Sampdoria, ma ora sono contento di questa esperienza. I centri sportivi di qui sono avanti anni luce e il livello del campionato è alto. E poi i turchi mi hanno stupito, li credevo chiusi, meno caldi e amichevoli. La gente è uno spettacolo, non vedo l’ora tornino allo stadio post Covid»

SAMPDORIA O FIORENTINA – «Morirò tifoso della Fiorentina e questo a prescindere dall’amore e il legame con la Sampdoria. Oltretutto quest’anno c’è un motivo in più: la Viola ha troppo bisogno di punti per non tifarla»

RANIERI – «Mi piace, le partite le ho viste quasi tutte e ha una grande qualità, ha lottato praticamente contro tutte. La classifica secondo me è buona. C’è pure da dire che a Ranieri Ferrero ha fatto una formazione mica male se guardate».

CASSANO SPRECATO – «Siamo d’accordo tutti, Antonio compreso. Comunque ha giocato al Real, alla Roma, al Milan, all’Inter. Tanto sprecato non direi, alla fine».