Viviano sfida la Samp: «Sarà toccante. Ecco cosa mi ha scritto Quagliarella»

viviano sampdoria
© foto Valentina Martini

Viviano ritrova la Sampdoria: «La maglia blucerchiata ti rimane addosso. Quagliarella? Lui sa che so come calcia i rigori…»

Dopo la partita contro la sua Fiorentina, per Emiliano Viviano si prospetta un’altra domenica di forti palpitazioni al “Paolo Mazza“. Sì, perché a Ferrara arriverà la Sampdoria, squadra nella quale il portiere ha militato per ben quattro anni, arrivando ad essere un idolo della tifoseria e vivendo la responsabilità di difendere i colori blucerchiati – che porta anche impressi sulla pelle – con orgoglio: «Non so se sarò in campo domenica, dovete chiederlo al mister, il problemino patito la settimana scorsa è superato ma deciderà lui ovviamente. Ritrovare la Sampdoria? Non sono più di primo pelo e di emozioni – racconta il portiere a Il Secolo XIX -, avendo cambiato varie squadre in carriera, ne ho vissute molte, certo indossare quattro anni la maglia blucerchiata non è una cosa che si dimentica, ti rimane addosso e sarà molto toccante».

La partita, peraltro, potrebbe anche riservare una sfida nella sfida, se per la Samp dovesse essere fischiato un calcio di rigore. Lo specialista Fabio Quagliarella contro lo specialista Emiliano Viviano: «Mi ha giusto scritto un messaggio per dire che nel caso lo batterà di sinistro per disorientarmi, perché sa che con il destro so come li calcia. Se sono sorpreso del suo rendimento? Sono sorpreso che tutti siano sorpresi. È un calciatore di classe superiore e ora che è totalmente al centro del progetto sta dando il meglio della sua carriera». Ma, per tornare al rigore, è giusto chiedere se l’estremo difensore abbia già un’idea di dove tirerà il penalty il capitano doriano: «Non ve lo dico perché non voglio aiutarlo. Ma lui sa – conclude il numero due dei ferraresi con il sorriso – che io so cosa pensa».