Connettiti con noi

News

Zanone ricorda: «Quella volta con Mantovani e Paolo Rossi a Cap d’Antibes»

Giacomo Primo

Pubblicato

su

Nicola Zanone, ex giocatore della Sampdoria, ha raccontato alcuni suoi ricordi legati alla sua amicizia con Paolo Rossi

Nicola Zanone si è unito alle commemorazioni per l’ex fenomeno azzurro Paolo Rossi. L’ex calciatore della Sampdoria, in un’intervista rilasciata a tuttomercatoweb, ha raccontato alcuni ricordi legati alla figura del campione recentemente scomparso.

«Ricordo un particolare legato all’82, quando divenne Campione del Mondo e io ero alla Samp. All’epoca era sposato con Simonetta e lei si trovava qui in Versilia. Guardavamo le partite del Mondiale che per lui era iniziato in modo negativo. Ci telefonava quasi tutti i giorni e lui con la sua simpatia e sincerità disse: ‘Se continua così, le vacanze bisogna farle di nascosto da qualche parte’. E invece poi Paolo ebbe una trasformazione e fu protagonista assoluto. Diventò difficile trovare un posto tranquillo per lui che era riconosciuto ovunque, era famosissimo dappertutto. Io, come dicevo, giocavo nella Samp e il Presidente Mantovani un giorno mi chiamò invitandomi con Paolo a Cap d’Antibes dove aveva una sua residenza, mi disse che lì avremmo potuto fare una vacanza serena e tranquilla. Andammo in Costa Azzurra e fu un periodo molto bello. Paolo continuava ad essere sempre disponibile, speciale e semplice. Ricordo anche che un giorno uscimmo dalla villa per fare un giro nel centro: passeggiando, Paolo trovava persone che lo riconoscevamo ma ci fu anche un episodio davvero curioso. Ci fermarono due belle ragazze che ci chiesero un’informazione. Erano straniere e dissero: ‘Ma voi siete italiani? Ah voi siete Campioni del Mondo, con Paolo Rossi…’ Ce lo avevano davanti, ma non lo avevano riconosciuto. E Paolo poco dopo se ne uscì con una delle sue battute: ‘Per una volta che avrei voluto mi riconoscessero, non mi hanno riconosciuto’ disse scherzando».

Advertisement