Zukanovic e l’addio alla Sampdoria: «Quel messaggio di Pjanic…»

zukanovic sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Zukanovic e l’addio alla Sampdoria per la Roma: «Quel messaggio di Pjanic mi fece cambiare idea, ero già dello Stoccarda»

Per Ervin Zukanovic, la Sampdoria è stata solo una breve parentesi. Appena sei mesi all’ombra della Lanterna, dall’estate 2015 a gennaio 2016, poi il trasferimento alla Roma. Il difensore bosniaco, durante il podcast Opsajd, ha ripercorso quelle ore.

RETROSCENA – «Pjanic mi inviò un messaggio dicendomi che Spalletti aveva chiesto di me. Nel frattempo, il mio agente mi disse che la Roma voleva acquistarmi, tutto questo fu davvero incredibile per me. La mattina dopo andai all’aeroporto e mi preparai a viaggiare verso Stoccarda, giocare in Bundesliga è stato sempre un mio desiderio, ma qualcosa dentro di me mi stava dicendo di non farlo. Abbandonata l’idea, tornai a casa e il giorno andai a Roma».

SCALATA – «Spalletti mi disse inizialmente che sarei stato la riserva di Rudiger e Manolas, e lo accettai, ma a furia di collezionare presenze, soprattutto contro il Real Madrid in Champions League, cominciai a realizzare che avrei potuto giocare a quei livelli. Per me fu difficile sedermi di nuovo in panchina, sapevo di poter giocare. Poco dopo – conclude Zukanovic – arrivò un’offerta dall’Atalanta e accettai di andare in prestito»